Studente insultato perché va vestito da donna a scuola: tre sospensioni

0
  • 2
SULMONA - Bullizzato dai compagni di scuola e, sostiene il Collettivo studentesco, criticato per le sue scelte dalla dirigente scolastica. Una storia brutta, comunque, quella che esce dal liceo Vico di Sulmona dove uno studente di diciotto anni che della sua omosessualità non fa certo mistero, è stato preso di mira una paio di settimane fa da altri studenti che lo hanno offeso e insultato per il fatto che si vestisse da donna e per i suoi gusti sessuali. «Nulla di provocante - spiega il ragazzo - mi piace truccarmi un po’ e vestirmi con abiti femminili, ma semplici e non offensivi. Un pantalone a vita alta, una maglia aderente, ma nulla che possa dare scandalo».

Dopo le offese fattegli nei corridoi dai compagni, la dirigente ha reagito, comminando due giorni di sospensione ai tre ragazzi (tra i quindici e i sedici anni) che avevano insultato il diciottenne. Subito dopo, però, ha convocato anche lui in presidenza e da questo punto in poi le versioni fornite sono abbastanza diverse. Secondo il Collettivo studentesco e lo stesso ragazzo (che ha confermato questa versione), la preside avrebbe criticato il ragazzo per il suo modo di fare. La preside sostiene che non è vero.

 
Giovedì 12 Ottobre 2017, 10:14 - Ultimo aggiornamento: 12-10-2017 13:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP