Latina, medico indagato per violenza su tre ragazzine ed esercizio abusivo della professione

Lunedì 26 Aprile 2021 di Mirko Macaro
Latina, medico indagato per violenza su tre ragazzine ed esercizio abusivo della professione

Un ex medico pontino, radiato dall’ordine nel 2002, è indagato per violenza sessuale ed esercizio abusivo della professione. Si tratta di un 64enne, finito al centro di un’inchiesta che lunedì mattina ha portato alla notifica della misura di sicurezza provvisoria della libertà vigilata. Un provvedimento applicato per la durata di un anno ed emesso dal Gip del Tribunale di Latina Pierpaolo Bortone sulla scorta delle risultanze investigative dei carabinieri del Nas, nell’ambito di un procedimento coordinato dal procuratore aggiunto Caro Lasperanza e dal sostituto procuratore Giorgia Orlando.

Sindaco condannato per stupro continua ad amministrare la sua città dal carcere, esplode la polemica

L’indagine, denominata “Dark card”, è stata avviata nel novembre del 2019 in seguito a tre denunce presentate in Procura dai genitori di altrettante ragazzine, due 17enni e una 18enne, all'epoca dei fatti contestati minorenne. Secondo i successivi accertamenti, l’ex camice bianco avrebbe abbordato le giovani sui mezzi pubblici su cui viaggiava lungo la tratta Roma-Terracina. Prima consegnando bigliettini da visita riportanti il titolo di «medico specialista in Medicina interna», con annessi inviti presso il suo studio. Poi mettendo in atto, spiegano i carabinieri, «attenzioni morbose e veri e propri atti sessuali, con l’aggravante di aver agito simulando la sua qualità di medico».

Verona, cinque calciatori accusati di aver violentato una 20enne

Di qui, il provvedimento emesso dall’autorità giudiziaria. Misura che ha tra l’altro disposto l’affidamento del 64enne al Centro di Salute Mentale dell’Asl di Fondi, per essere sottoposto a uno specifico programma terapeutico.

Ultimo aggiornamento: 19:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA