Leda Grotta muore di Covid in 24 ore: la pizza con le amiche, poi il contagio. Era vaccinata con due dosi

Sabato 11 Dicembre 2021 di Elena Filini
Leda Grotta, commerciante , morta a 87 anni. Aveva contratto il Covid dopo la pizza con le amiche

Neppure un giorno di degenza in ospedale. E' mancata nella notte tra l’8 e il 9 dicembre, in meno di 24 ore Leda Grotta, 87 anni, notissima commerciante moglianese. Aveva contratto il Covid due settimane prima durante una pizza tra amici. «È stata una cosa improvvisa - spiega la figlia Laura -, aveva il Covid da due settimane, sembrava in miglioramento ma ad un certo punto le è salita la febbre. Così abbiamo dovuto ricoverarla e nel giro di poche ore si è aggravata». Leda era vaccinata, aveva fatto la seconda dose in settembre. È vaccinato anche il marito Gianpaolo, 91 anni, ancora positivo mentre una terza amica, non vaccinata, è ancora in terapia intensiva.

Miocardite da Covid, Elisa Chamen muore a 32 anni: non si era vaccinata, lascia un figlio di 2 anni


Pizza con le amiche, il contagio e la morte

Una pizza domenicale, poi a casa per giocare insieme a carte. Così si è contagiata la famiglia Grotta. L’altra coppia, vaccinata, aveva un leggero raffreddore ma non ha voluto rinunciare all’appuntamento settimanale. Insieme per tutta la sera, prima al ristorante poi a casa, i sei amici si sono contagiati a vicenda. «Quando è arrivata in ospedale le avevano dato ossigeno - continua la figlia - aveva saturazione bassa, e purtroppo c’era una polmonite in atto però non era grave e lei era presente, aveva parlato con i medici, aveva raccontato la sua storia clinica, stava bene aveva anche mangiato e invece nella serata è precipitato tutto, in poche ore».

 


Personaggio molto conosciuto a Mogliano, Leda Giusto Grotta ha avuto una vita lunga,particolare e piena di avvenimenti. Figlia di veneziani, Leda pur essendo nata a Mogliano si era poi trasferita in Laguna, dove i genitori avevano una trattoria. Orfana di madre giovanissima, con il marito Gianpaolo aveva aperto un maglificio e contemporaneamente gestito per trent’anni un negozio in centro tra via Terraglio e via Matteotti. Benché fosse invalida e su una carrozzina Leda era brillante, lucida e con il marito Gianpaolo aveva ancora fame di vita e di amicizia. Ed è stato proprio durante un momento conviviale che sono stati contagiati. «Non aveva ancora fatto la terza dose perché non erano scattati i sei mesi. Ora mio padre è prostrato, il vuoto è molto pesante per lui», riprende la figlia. Gli amici che hanno dato il via al contagio hanno contratto il virus in forma lieve e così il marito novantenne di Leda. L’amica non vaccinata invece è in terapia intensiva, tuttavia in miglioramento. I funerali di Leda Grotta saranno celebrati mercoledì alle 15 alla chiesa di Santa Maria Assunta.

 

Ultimo aggiornamento: 14:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA