Stanco dei continui litigi con la compagna, chiama il 113: «Portatemi in carcere»

Martedì 11 Giugno 2019
Stanco dei continui litigi con la compagna chiama il 113: «Portatemi in carcere»

Meglio la galera che i continui litigi con la convivente. Per un 25enne di Matera, agli arresti domiciliari per una rapina in un supermercato, è stato così. Ieri ha chiamato il 113 chiedendo di essere accompagnato in carcere: ha deciso di farsi arrestare perché stanco delle liti in famiglia.

LEGGI ANCHE «Meglio in carcere che con mia moglie», evade dai domiciliari per andare in prigione

Secondo la ricostruzione delle autorità, dopo aver ricevuto un "no" dai poliziotti, il ragazzo sarebbe uscito di casa presentandosi direttamente in Questura. Gli agenti della Volante hanno provveduto a riaccompagnarlo a casa ma il giovane non ha desistito e si è recato direttamente in carcere. Per non rischiare di essere condotto nuovamente a casa, ha aggredito gli agenti della Polizia Penitenziaria e questa volta è stato arrestato e poi condotto in cella.

Ultimo aggiornamento: 18:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA