Diciottenne litiga con il padre e lo uccide a coltellate: «Correte, l'ho ammazzato»

Mercoledì 19 Agosto 2020
Diciottenne litiga con il padre e lo uccide a coltellate: «Correte, l'ho ammazzato»

Un parricidio scuote la comunità vicentina di Arzignano (Vicenza) già toccata dalla tragedia della 15enne uccisa dal pirata della strada: un uomo è stato accoltellato a morte dal figlio oggi, 19 agosto 2020. L'omicidio è avvenuto in casa nel pomeriggio.

Dj morta, la criminologa Bruzzone: «Viviana Parisi sapeva che sarebbe stato un viaggio senza ritorno»

Viviana Parisi, l'operaio coinvolto nell'incidente in autostrada: «Urto forte, non abbiamo visto Gioele»

Il giovane - 18 anni -  ha accoltellato il padre, un 45enne di origine indiana dopo una violenta lite, È stato lo stesso ragazzo a chiamare il 118. Quando i soccorritori sono arrivati sul luogo della tragedia però, per la vittima, 45enne operaio di una conceria della zona, non vi era più nulla da fare.

Secondo gli investigatori la tragedia familiare si è consumata tra le 17.30 e le 18 nell'abitazione di via Tagliamento, una zona densamente abitata, non lontano dal centro. Gli investigatori hanno ascoltato coloro che abitano negli alloggi confinanti e nella stessa palazzina che avrebbero raccontato che tra padre e figlio il litigio stava proseguendo da diverso tempo, pare addirittura da metà pomeriggio: l'omicidio sarebbe dunque l'epilogo di una lunga discussione, poi degenerata.

Negli ultimi tempi padre e figlio litigavano tra loro spesso. Per l'aggressione il giovane avrebbe impugnato un coltello da cucina con i l quale ha colpito il genitore con più fendenti all'addome. Poi la chiamata al 118
 

Ultimo aggiornamento: 22:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA