Mestre, genitore come una furia a scuola: maestra aggredita si sente male, ricoverata in ospedale

La scuola primaria Silvio Pellico di Mestre in via Kolbe
di Raffaella Ianuale

Si è presentato a scuola giovedì mattina. Al collaboratore scolastico che l'ha avvicinato all'ingresso ha detto che aveva urgenza di parlare con la maestra del figlio. Così sono andati a chiamare l'insegnante che stava tenendo lezione. Ma quando la docente si è trovata a tu per tu con il genitore, lui, un papà bengalese, è partito come una furia. Insulti, urla, minacce. Inutili i tentativi della maestra di fare rientrare la conversazione a toni più contenuti. Fino a quando la donna, sotto choc per lo spavento, si è sentita male e così è stata chiamata un'ambulanza che l'ha trasportata all'ospedale. L'ennesimo episodio di violenza nei confronti di un'insegnante, in questo caso una donna, è avvenuto alla scuola elementare Silvio Pellico di Mestre. Il plesso di via Massimiliano Kolbe fa parte dell'istituto comprensivo Giulio Cesare.

 
Lunedì 26 Marzo 2018, 08:15 - Ultimo aggiornamento: 28 Marzo, 08:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-03-27 10:57:02
menomale che adesso colla Lega e M5S i buoni devono stare con due piedi in una scarpa e i malamenti invece li cacciamo direttamente a casa loro
2018-03-27 09:55:31
Questa si che è vera integrazione.
2018-03-27 07:49:44
.... questa si che è integrazione ......
2018-03-27 12:56:37
infatti l'esempio glielo hanno dato genitori ITALIANI! in Bangladesh queste cose non accadano, come siamo abituati a vedere............... nella CIVILE'??????????? Italia
2018-03-26 20:29:38
Mo pure i clandestini che non rispettano gli insegnanti, tutti insegnamenti della sinistra buonista e dei centri a-sociali faranno piacere alla boldrini che le sue risorse si italianizzano.

QUICKMAP