«Mai nessuno che stupri la Kyenge»
L'ex consigliere Valandro condannata

L'ex consigliera leghista Dolores Valandro (foto dal suo profilo facebook)
PADOVA - Fatale è stato facebook per Dolores Valandro, l'ex consigliere di quartiere leghista di Padova il 13 giugno scorso postò sulla propria pagina il commento sul ministro Cécile Kyenge «mai nessuno che se la stupri...». La Valandro è stata condannata a un anno e un mese di reclusione, pena sospesa, e all'interdizione per 3 anni dai pubblici uffici. Dopo la lettura la Valandro è uscita immediatamente dall'aula senza dire una parola.



La sentenza è stata letta oggi dal presidente del collegio giudicante del Tribunale di Padova, Alessandro Apostoli Cappello. Valandro era imputata di istigazione a commettere atti di violenza sessuale per motivi razziali.



L'avvocato: «Presenteremo di sicuro appello, non c'è odio razziale». Lo ha detto l'avvocato Massimiliano Nicolai, difensore di Dolores Valandro, dopo la lettura della sentenza, il legale ha aggiunto: «Porterò questa questione fino a Strasburgo se necessario». «Nella frase della Valandro c'è diffamazione, è vero - ha continuato Nicolai - ma non c'è un solo riferimento al colore della pelle, l'etnia o il paese di provenienza del ministro. Niente che motivi l'odio razziale».





Il post della Valandro su facebook

LEGHISTA SU FB, NESSUNO STUPRA MINISTRO KYENGE?
Mercoledì 17 Luglio 2013, 16:40 - Ultimo aggiornamento: 18 Luglio, 16:54




QUICKMAP