Maltempo, recuperati quattro cadaveri in Liguria. Ritrovato il corpo del disperso in Piemonte.Nel Lazio allerta gialla

Domenica 4 Ottobre 2020

È stato rinvenuto il corpo del disperso, a causa del maltempo, sul Colle di Tenda, il valico che collega la provincia di Cuneo alla parte francese della valle del Roja. Lo riferiscono fonti dei Vigili del Fuoco. Si tratta di un francese, fratello del margaro che era riuscito invece a mettersi in salvo aggrappandosi ad un albero. Il corpo è stato ritrovato nel versante francese dai soccoritori locali.

Quattro corpi sono stati ritrovati in mare nell'estremo ponente della Liguria. Il primo corpo, quello di un uomo, è stato ritrovato questa mattina nelle acque antistanti la località Tre Ponti di Sanremo tra i detriti della mareggiata e del maltempo delle ultime ore. A notarlo un poliziotto che stava facendo jogging e ha dato l'allarme.

Il secondo cadavere invece è stato ritrovato sulla spiaggia a Ventimiglia. In entrambi i casi è intervenuta la capitaneria di porto insieme ai carabinieri. Non si esclude che possa trattarsi di alcune delle persone scomparse durante l'ultima ondata di maltempo in Francia. Nella zona di Ventimiglia e dell'estremo Ponente ligure non risultano segnalazioni di scomparsi.

Un terzo cadavere è stato trovato in Liguria dopo il violento maltempo che ha colpito la regione nelle ultime ore. Il corpo era lungo il fiume Roya, in località Trucco, frazione di Ventimiglia. Sul posto le forze dell'ordine per l'identificazione. Non sono stati al momento ancora indentificati gli altri due copri trovati stamani su due spiagge della Liguria, ancora a Ventimiglia e a Sanremo. Si ipotizza che possano essere vittime del maltempo anche se non risultano finora persone disperse nella regione.

Il quarto cadavere trovato in Liguria nel pomeriggio, sulla scogliera a Sanremo, è di un uomo di carnagione bianca in un discreto stato di conservazione. La zona in cui è stato trovato è difficile da raggiungere dalla strada. La scogliera è infatti molti metri sotto al livello stradale e non ci sono accessi pedonali nelle vicinanze. Il mare mosso impedisce di avvicinarsi via mare e si valuta perciò l'ipotesi di recuperare il corpo con l'ausilio di un elicottero.

Cacciatore disperso in Lombardia. Sono ancora senza esito le ricerche del cacciatore disperso da ieri in Lomellina, in seguito all'ondata di maltempo che ha provocato l'esondazione del Sesia. Renato Mantovani, 77 anni, originario di Castel Mella (Brescia) e domiciliato a Vercelli, ha partecipato a una battuta di caccia nelle campagne del comune di Palestro (Pavia), al confine tra le province di Pavia e Vercelli. L'uomo ha cercato rifugio in una cascina disabitata, poi allagata dalle acque. Le ricerche sono condotte dai vigili del fuoco, con l'intervento di un elicottero e diversi mezzi giunti dalle sedi di Lodi, Mortara (Pavia), Robbio (Pavia) e Mede (Pavia). Questa mattina i vigili del fuoco hanno tratto in salvo con l'elicottero due persone rimaste isolate su un isolotto formatisi nel Po all'altezza del comune di San Cipriano Po (Pavia), in Oltrepò Pavese; ieri un identico intervento era stato effettuato a Candia (Pavia), in Lomellina, per salvare due cacciatori. 
 

 


Allerta meteo gialla nel Lazio. «Il Centro Funzionale Regionale rende noto che il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso oggi l'avviso di condizioni metereologiche avverse con indicazione che dal pomeriggio di oggi e per le successive 18-24 ore, si prevedono sul Lazio: precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati. Il Centro Funzionale Regionale ha effettuato la valutazione dei Livelli di Allerta/Criticità e pertanto inoltrato un bollettino con allerta gialla per criticità idrogeologica e criticità idrogeologica per temporali su tutte le zone di allerta del Lazio». Lo comunica in una nota la Protezione Civile del Lazio.

Ultimo aggiornamento: 5 Ottobre, 10:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA