Fiaccolata per Manuel nel quartiere dove è stato ferito

Fiaccolata per Manuel nel quartiere dove è stato ferito
ARTICOLI CORRELATI
Una fiaccolata per le strade dell' Axa «apolitica e apartitica» per dimostrare la vicinanza a Manuel Bortuzzo, il giovane nuotatore rimasto paralizzato dopo essere stato ferito a Roma da un colpo di pistola, si è snodata oggi pomeriggio a partire da piazza Eschilo. Migliaia di persone hanno testimoniato, con la loro presenza, la vicinanza al ragazzo di 19 anni che potrebbe non camminare più ma che sta reagendo nonostante la prognosi quasi senza speranza: «Tornerò più forte di prima», ha detto ieri in un audio messaggio dal suo letto in terapia intensiva all'ospedale San Camillo.
 
 


Intanto proseguono le indagini per ricostruire dove i due fermati per il ferimento, Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano, abbiano trascorso i giorni della fuga e se siano stati aiutati da qualcuno. Gli investigatori sono anche al lavoro per individuare le altre persone coinvolte nella rissa, i motivi per cui è scoppiata e chi era il reale bersaglio dei due fermati. Nella notte ci sono stati controlli della polizia nel pub di piazza Eschilo, all' Axa, a pochi metri di distanza dal punto il cui il nuotatore è stato ferito. Secondo quanto si è appreso, si è trattato di un controllo amministrativo che ha riguardato la licenza del locale, altra documentazione e la posizione dei dipendenti.

E sui social continuano le testimonianze d'affetto verso Manuel: «Mi hanno colpito molto le sue parole. È un esempio per i giovani», ha detto il tecnico del Milan, Gennaro Gattuso. E nella pagina fb preceduta dall'hashtag #tutticonmanuel il campione azzurro di nuoto Gregorio Paltrinieri ha scritto a sua volta un post di incoraggiamento: «Quello che è successo a Manuel è una cosa fuori dal mondo, ho passato gli ultimi otto giorni sotto choc. Voglio rimanere attaccato alla speranza che possa tornare addirittura a camminare. Spero di portare a Manuel tanta energia positiva. Avere conosciuto anche voi la sua forza. Adesso noi tutti dobbiamo combattere insieme a lui».

Sulla stessa scia la tuffatrice campionessa olimpica Tania Cagnotto: «Forza e coraggio Manuel, siamo con te». Anche l'ex pallavolista Francesco Postiglione ha lasciato un commento: «Non ci sono parole per ciò che è stato. Ma le tue parole confermano la forza che sei, Noi siamo tutti con te. Forza Manuel, non mollare mai!». Oggi, nel corso di numerose gare di nuoto che si sono svolte, molti atleti si sono disegnati la 'M' di Manuel sul braccio. Sempre oggi il giornalista Carlo Paris ha avanzato una proposta: che Manuel diventi uno degli inviati Rai alle Olimpiadi di Tokio.
Sabato 9 Febbraio 2019, 19:46 - Ultimo aggiornamento: 10 Febbraio, 08:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP