Mario Biondo, svolta nella morte del cameraman trovato impiccato: «In casa non era solo»

Mercoledì 7 Aprile 2021 di Valentina Errante
Mario Biondo, svolta nella morte del cameraman trovato impiccato: «In casa non era solo»

Nella notte, tra il 29 e il 30 maggio 2013, quando Mario Biondo è morto, nel suo appartamento di Madrid c'era qualcun altro. Un cellulare si era collegato alla rete wifi. È l'ultimo capitolo del giallo sul cameraman palermitano, sposato con il volto noto della Tv spagnola Raquel Sanchez Silva e trovato impiccato a una libreria con un foulard. Dopo le indagini lacunose della autorità spagnole, che avevano chiuso il caso come un suicidio, le...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
© RIPRODUZIONE RISERVATA