Medicane, allerta rossa in Sicilia e Calabria per l'uragano del Mediterraneo: rischio alluvioni, piogge forti in altre regioni

Martedì 26 Ottobre 2021 di Francesco Padoa
Medicane, allerta rossa in Sicilia e Calabria per l'uragano del Mediterraneo: rischio alluvioni, piogge forti in molte regioni

L'allarme è alto. Rosso in alcune Regioni. E stavolta l'Italia è proprio nell'occhio del ciclone. E non in senso metaforico. I fenomeni meteorologici, simili a quanto avviene ai tropici, hanno già messo in ginocchio Calabria e Sicilia (una vittima e una donna dispersa), ma è tutto il Mediterraneo ad essere a rischio: anche la Tunisia è stata colpita da un'ondata di maltempo con pioggie torrenziali che hanno causato la morte di tre persone. E purtroppo il maltempo non è finito qui. Secondo i meteorologi si è creato un particolare ciclone che sta prendendo la forma tipica dell’uragano tropicale, con un occhio di aria calda al centro e i venti che girano intorno in senso antiorario. Lo hanno chiamato Medicane, termine che deriva dalla fusione delle parole inglesi MEDIterranean hurriCANE, letteralmente «uragano del Mediterraneo» in quanto per le caratteristiche fisiche della struttura atmosferica ricorda i «mostri» che si formano sugli oceani. E che, se come alcuni modelli prevedono si realizzerà entro venerdì, spiega Edoardo Ferrara meteorologo di 3BMeteo.com «potrà portare a un vero e proprio uragano simile a quelli che si creano nei Caraibi, con venti che possono arrivare ai 120, 130 chilometri orari».

 

 

Allerta rossa in Sicilia

 

Il maltempo non perdona, anzi replica. Persiste l'area depressionaria sul Mediterraneo centrale che sta determinando condizioni di tempo perturbato sulle aree meridionali del Paese. Il maltempo insisterà in particolar modo sulla Sicilia, con intensi temporali e venti forti. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d'intesa con le regioni coinvolte - alle quali spetta l'attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati - ha emesso un ulteriore seguito dell'avviso di condizioni meteorologiche avverse emesso nei giorni scorsi. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it). L'avviso prevede il persistere di venti di burrasca dai quadranti orientali, con raffiche di burrasca forte, sulla Sicilia, specie sui relativi settori ionici. Saranno possibili mareggiate lungo le coste esposte. Si prevedono precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sulla Sicilia, con fenomeni più frequenti sui settori centro-orientali. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento da forti a burrasca sui settori orientale e meridionale e localmente forti settentrionali sulle restanti zone. Per oggi è prevista allerta rossa sul versante nord e orientale della Sicilia e su parte della Calabria.

 

 

Video

 

"Rossa" anche la Calabria

L' allerta rossa interessa in particolare la provincia di Reggio Calabria e la zona ionica catanzarese. Stando al bollettino della ProCiv, infatti «si prevedono precipitazioni diffuse ed intense, a prevalente carattere di rovescio o temporale, con fenomeni particolarmente insistenti sui settori ionici». Inoltre, nel bollettino sono previsti anche «venti di burrasca, con raffiche di burrasca forte con tendenza ad ulteriori temporanei rinforzi sui settori ionici». Intense, infine, si prevedono le «mareggiate lungo le coste esposte». Il Comune di Catanzaro ha pertanto predisposto un'ordinanza per prorogare anche per oggi la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado e degli impianti sportivi. 

 

 

 

 

Le altre Regioni e il Lazio

È inoltre prevista allerta gialla prevista su Abruzzo, Basilicata, Molise, su gran parte del Lazio. Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull'Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all'evolversi dei fenomeni, insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo. Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l'evolversi della situazione. Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso l'avviso di condizioni meteorologiche avverse con indicazione che oggi si prevedono sul Lazio precipitazioni da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale. «Il Centro Funzionale Regionale ha effettuato la valutazione dei Livelli di Allerta/Criticità e ha pertanto inoltrato un bollettino con allerta gialla per criticità idrogeologica e criticità idrogeologica per temporali su Bacini di Roma, Aniene, Bacini Costieri Sud e Bacino del Liri. La Sala Operativa Permanente della Regione Lazio ha diramato l'allertamento del Sistema di Protezione Civile Regionale e invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza. Si ricorda, infine, che per ogni emergenza la popolazione potrà fare riferimento alle strutture comunali di Protezione civile alle quali la Sala Operativa Regionale garantirà costante supporto».

 

Meteo, così nei prossimi giorni 

Domani: al Nord la giornata sarà caratterizzata da un tempo prevalentemente soleggiato, infatti il cielo si presenterà prevalentemente sereno. Attese nebbie in Piemonte. Venti tesi di Bora e Grecale. Al Centro la giornata sarà contraddistinta da un cielo irregolarmente nuvoloso o a tratti anche coperto, ma senza piogge. In Sardegna peggiorerà sul sassarese con temporale nel pomeriggio. A Roma giornata per lo più nuvolosa con venti deboli o moderati e temperature comprese tra i 23 e i 9 gradi. Al Sud previste condizioni spesso piovose sulla Sicilia, soprattutto lungo le coste e l'immediato entroterra. Sul resto delle regioni cielo irregolarmente nuvoloso.


Giovedì: al Nord la giornata sarà caratterizzata dal bel tempo, infatti il cielo si presenterà prevalentemente
sereno su tutte le regioni salvo foschie o nebbie mattutine su Piemonte e Lombardia. Centro: previsto un peggioramento del tempo sulla Sardegna meridionale dove giungeranno dei rovesci e alcuni temporali. Sul resto dell'isola e delle regioni cielo sereno o poco nuvoloso. Sud: La giornata trascorrerà con un nuovo e
intenso peggioramento che dalla Sicilia si porterà verso la Calabria. Sul resto delle regioni invece il sole sarà
prevalente con cielo sereno.

Tra domani e fino a sabato, secondo ilmeteo.it, mentre il Nord e gran parte del Centro godranno di una discreta calma atmosferica, non ci saranno ancora buone novelle per le regioni del Sud. L'uragano comincerà lentamente a indietreggiare con il tentativo di risalire verso la Sicilia. Domani sull'isola non pioverà forte come nei giorni scorsi, infatti le precipitazioni risulteranno a carattere sparso. Sarà asciutto sul resto d'Italia. In seguito, da giovedì, è attesa una nuova ondata di maltempo sulla Sicilia e poi pure sulla Calabria. Le forti piogge previste manterranno ancora alto il rischio di alluvioni e il tutto, come se non bastasse, sarà accompagnato dalla persistenza di venti sostenuti. Non solo. Se gli ultimi aggiornamenti a medio termine dovessero essere confermati, la domenica di Halloween potrebbe essere minacciata dall'arrivo di una perturbazione atlantica. A farne le spese in questo caso sarebbero tuttavia le regioni del Centro-Nord.

Il vortice mediterraneo che si è posizionato nelle prime ore della settimana al largo della Tunisia rimarrà in azione sullo Ionio nei prossimi giorni e continuerà a condizionare il tempo sulle nostre regioni meridionali, solo le previsioni per la settimana di 3Bmeteo. Dal suo centro si dipartirà un fronte che investirà in pieno il settore ionico dello Stivale, generando condizioni di maltempo prevalente fino a mercoledì sulla Sicilia orientale, con ulteriori apporti pluviometrici dopo quelli già ingenti di fine settimana ed inizio di quella nuova, che hanno portato a locali situazioni alluvionali. Dalla metà della settimana una saccatura di origine atlantica riuscirà a farsi strada all'interno del vasto campo di alta pressione che si distende lungo l'Europa centro-occidentale, buttandosi sul Mediterraneo e andando a rinvigorire la circolazione vorticosa ad ovest dell'Italia. Comporterà una recrudescenza del maltempo sulla Sicilia, ancora una volta soprattutto ionica, ma anche Calabria e Sardegna. Sul resto d'Italia invece il tempo si manterrà più stabile, per la protezione offerta dall'anticiclone piazzato sul comparto centro-occidentale del Continente, salvo qualche disturbo che martedì si propagherà dalle regioni meridionali verso nord.

Le condizioni meteo della settimana, per meteo.it resteranno influenzate fino a sabato dallo stesso vortice di bassa pressione responsabile dell'ondata di maltempo che sta colpendo in queste ore le estreme regioni del Sud. E' bene ricordare che ci sono ampi margini di incertezza, dovute al posizionamento del vortice e quindi agli effetti previsti sul territorio. La tendenza meteo più probabile vede il persistere del vortice di bassa pressione tra lo Ionio meridionale e il canale di Sicilia, con conseguenti condizioni di maltempo insistente specie su Sicilia orientale e Calabria, con il rischio di un coinvolgimento anche di Puglia e Basilicata tra venerdì e sabato. Le zone a rischio di fenomeni intensi e insistenti saranno ancora i settori ionici di Calabria e Sicilia, che tra giovedì e sabato potrebbero ricevere quantitativi di pioggia eccezionali. Altrove il tempo sarà sicuramente più stabile grazie alla presenza di un campo di alta pressione. Per quanto riguarda le temperature, non si prevedono grandi variazioni: i valori resteranno in linea con le medie stagionali.

E per concludere vediamo nel dettaglio cosa prevede il sito dell'Aeronautica militare meteoam.it per i prossimi giorni. Giovedì: ancora maltempo esteso con rovesci e temporali diffusi e localmente intensi su Calabria centromeridionale e Sicilia; molte nubi con precipitazioni sparse anche su Centro-Sud della Sardegna e prevalenza di cielo sereno o poco nuvoloso sul resto del paese. Venerdì: tempo in lento miglioramento sulla Sardegna, con lievi fenomeni sula settore centromeridionale dell’isola; persistenza del maltempo invece su Sicilia e Calabria, specie aree ioniche, in estensione pomeridiana anche a Basilicata e Puglia; qualche piovasco diurno tra Molise ed Abruzzo e cielo poco nuvoloso sul resto d’Italia, ma con tendenza ad aumento della copertura da fine giornata al nord e a ridosso dei rilievi del centro. Sabato: ancora instabile su Sicilia e aree ioniche in lento
miglioramento; velature sulle zone tirreniche del Centro e cielo molto nuvoloso o coperto altrove con piogge e rovesci in arrivo dal pomeriggio sulle regioni nordoccidentali. Domenica: atteso un generale sensibile peggioramento con copertura e precipitazioni estese, più diffuse al Nord-ovest, Lombardia, Emilia, Toscana e Lazio.

Ultimo aggiornamento: 27 Ottobre, 10:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA