Meteo, l'inverno 2022-2023 rischia di essere eccezionale: ecco cosa potrebbe succedere

Meteo, l'inverno 2022-2023 rischia di essere eccezionale: ecco cosa potrebbe succedere
Lunedì 24 Ottobre 2022, 15:35 - Ultimo agg. 16:32
2 Minuti di Lettura

Sarà una stagione calda, in tutti i sensi. L'inverno 2022-2023 potrebbe essere come quello del 2021-2022, caratterizzato quindi da poche piogge, poche nevicate e temperature sempre sopra la media. Se ciò si verificasse le conseguenze sarebbero ancora più gravi rispetto allo scorso anno in quanto veniamo già da mesi di grave siccità, specie su alcune zone del nostro Paese.

Gli esperti

Il fenomeno deriva da quello che i metereologi definiscono Niña. A confermare questa previsione è proprio l'Organizzazione Mondiale della Meteorologia. Secondo i modelli e gli esperti, infatti, la Niña, iniziata ormai 2 anni fa, nel Settembre 2020, resterà almeno fino al 2023 sul nostro paese. La Niña è un fenomeno che consta in un raffreddamento della temperatura delle acque superficiali oceaniche centrali ed orientali e che, di frequente, influenza il clima di tutto il Pianeta, con riflessi anche in Europa e in Italia.

Con l'inizio del nuovo anno secondo le mappe però potrebbero cambiare le pressioni e questo potrebbe portare a condizioni climatiche che favorirebbero precipitazioni e con temperature più basse. Per ora sembra in effetti che la tendenza sia confermata, dopo un ottobre quasi estivo pare che anche il mese di novembre sarà caratterizzato da temperature miti e gradevoli. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA