Maltempo, nubifragi e forti venti: scatta l'allerta in dieci regioni

Domenica 3 Novembre 2019

Domenica di maltempo in gran parte dell'Italia. Una nuova e intensa perturbazione atlantica è arrivata nella giornata di oggi, domenica 3 novembre, sulle regioni occidentali dell'Italia, provocando - già nel corso della notte - un sensibile peggioramento, prima al Nord e in Sardegna, e poi alle regioni centrali e alla Campania. 

Circumvesuviana: alberi caduti e allegamenti. Il maltempo che in queste ore sta interessando la Campania, sta creando grossi problemi anche al servizio della Circumvesuviana. In particolare, come informa l'Ente Autonomo Volturno, a causa dell'allagamento dell'impianto di Scafati (Salerno), la tratta Pompei-Poggiomarino, in provincia di Napoli, è momentaneamente interrotta. Pertanto, i treni in partenza da Napoli per Poggiomarino limitano a Pompei. Per la caduta di alberi sulla sede ferroviaria, invece la linea Napoli-Sarno è interrotta tra le stazioni di Ottaviano a Poggiomarino. «Ô stato richiesto - fanno sapere da Eav - servizio sostitutivo automobilistico». Sempre la caduta di un albero stavolta sulla linea aerea compresa tra Sarno e Ottaviano crea ulteriori limitazioni sempre lungo la tratta Napoli-Sarno.

Liguria: paura per venti forti e mareggiate. «Nella giornata di domani ci attendiamo venti forti e mareggiate tra il savonese, il genovesato e il levante. Quindi cambia il quadro dell'esigenza di protezione civile, sempre dentro una gestione che ci vede già ragionare di un allargamento dello stato di emergenza, su cui stiamo ragionando con il governo sui comuni colpiti nelle settimane scorse, anche alle esigenze che stanno via via emergendo nelle diverse aree». Così l'assessore regionale ligure alla Protezione Civile Giacomo Giampedrone facendo il punto con la stampa sulla situazione meteo e sull'ondata di maltempo che sta attraversando in queste ore la Liguria. «Le autostrade sono assolutamente percorribili - ha aggiunto Giampedrone - abbiamo situazioni di disagio su alcune strade provinciali nei comuni di Sestri Levante, Casarza, Moneglia e nello spezzino Varese Ligure, Maissana e Sesta Godano». l

In Liguria è scattata l'allerta rossa nel Levante ligure fino alle 23 di stasera. È dunque aumentato il livello di allerta nel levante Ligure, da Portofino a Sarzana, che permarrà fino alle 23 di stasera dopodiché l'allerta tornerà arancione.

Liguria: esonda il Vara, sfollati È esondato il fiume Vara in località Sciarpato, località nel comune di Sesta Godano, nello Spezzino. Una famiglia è stata sfollata e altre due sono state trasferite ai piani alti della palazzina. Anche il paese di San Pietro Vara, nel comune di Varese Ligure è allagato. Allagamenti anche a Maissana. Il fiume Vara minaccia anche l'abitato di Varese Ligure perché, dopo aver oltrepassato il secondo livello di guardia, è arrivato a toccare uno dei ponti nel centro dell'abitato.

Sanremo, frana: 60 isolati Circa sessanta persone sono rimaste isolate in località San Pietro, a Sanremo (Imperia), a causa della voragine che si è aperta sull'unica strada che conduce all'abitato. La Protezione civile, intervenuta nella mattinata, ha creato un valico pedonale, che al momento resta l'unico passaggio per raggiungere la frazione. Sempre a Sanremo, a causa delle piogge, un frana si è verificata in via Duca D'Aosta, strada che conduce alla frazione di Poggio. Il traffico è stato deviato su strade

Neve in Valtellina Pioggia battente sul fondovalle e fitte nevicate alle quote superiori ai 1.800 metri con crollo delle temperature sull'intero territorio provinciale. Valtellina e Valchiavenna sono investite da un'ondata di maltempo con i passi alpini transitabili solo con catene montate. La provincia più a nord della Lombardia sembra piombata in pieno inverno.
 

 

Liguria: tromba d'aria nel Tigullio. Nove persone sono state sfollate dalla palazzina di Lavagna scoperchiata stamani dalla tromba d'aria che si è abbattuta sul litorale del Levante ligure. Passeranno la prossima notte presso alcune abitazioni messe a disposizione dal Comune di Lavagna.

Liguria: esonda torrente Il torrente Petronio è esondato nel tratto tra Casarza Ligure e Riva Trigoso, nel Levante Ligure. Secondo quanto appreso, non ci sarebbero al momento danni a persone. Decine gli interventi del personale del Comune. Chiuse alcune strade e la galleria per Moneglia. Anche il livello del Vara, nello spezzino, si è alzato oltre il secondo livello di guardia.

Neve sulle montagne del Piemonte: 20 centimetri al Sestriere Nevica dalla scorsa notte su tutto l'arco alpino piemontese. Prima neve al Sestriere, dove ne sono caduti circa 20 centimetri, imbiancate in Alta Val Susa anche Pragelato, San Sicario, Sportinia e Bardonecchia.

«Non uscite da casa». Questo l'appello del sindaco di Sestri Levante Valentina Ghio per le condizioni meteo che sono «preoccupanti». Molte le strade e le piazze allagate della cittadina ligure mentre si stanno intensificando le precipitazioni. Chiuse le strade vicine al torrente Petronio. Riva Trigoso risulta isolata.

Toscana: allagamenti nella notte. Decine di interventi dei vigili del fuoco in Toscana, in particolare nel Pisano, per il maltempo e le forti precipitazioni della notte trascorsa che per alcune ore hanno colpito la provincia. Nessun danno particolare ma sono state una sessantina le richieste di soccorso giunte principalmente per allagamenti e qualche smottamento in varie zone della provincia di Pisa e nell'area di Empoli. Nessuna persona risulta coinvolta. Le principali criticità, già tutte risolte, hanno riguardato Montopoli Valdarno, San Miniato, Calcinaia e Pontedera. La situazione è comunque già tornata alla normalità. A Empoli i vigili del fuoco sono stati impegnati tutta la notte per tre interventi di vuotature di scantinati e cantine. A Fucecchio il Comune ha provveduto ad attivare squadre di protezione civile per sopperire alle richieste di intervento

Salernitano: evacuate 100 famiglie. Il Comune di Nocera Inferiore, in provincia di Salerno, ha disposto in via precauzionale l'evacuazione di circa cento famiglie residenti nelle fasce pedemontane. L'ordinanza, firmata dal sindaco Manlio Torquato, è arrivata in seguito alla comunicazione della sala operativa regionale che segnalava il rischio di possibili alluvioni e di colate di fango in seguito all'ondata di maltempo che si è abbattuta da questa notte sul territorio provinciale salernitano. Domani, lunedì 4, scuole chiuse a Nocera Inferiore.

Liguria: allagamenti e vento forte. Allagamenti, cedimenti stradali e schianti di alberi nel Ponente Ligure dove permane l'allerta gialla diramata dall'Arpal. Una persona è stata sfollata dal proprio appartamento a Sanremo a causa delle numerose infiltrazioni dovute alla pioggia costante. Sempre a Sanremo due giovani, rimasti bloccati in auto in un sottopasso allagato. Nell'entroterrra di Sanremo si è aperto un cratere sulla strada dei Due Valloni mentre diversi alberi si sono schiantati sulle auto parcheggiate a Ventimiglia. Problemi anche nel levante Ligure dove l'allerta è arancione. Uma tromba d'aria ha investito Lavagna facendo volare via il tetto di alcune abitazioni. Non si registrano, al momento, feriti. 

Liguria: torrenti oltre il primo livello di guardia. La linea temporalesca che dalla notte scorsa interessa tutta la Liguria continua a far sentire i suoi effetti e si sta intensificando nel Levante: Sestri Levante è stata interessata da un intenso fenomeno che ha portato 57.6 mm/1h di pioggia. I livelli dei torrenti iniziano a salire: un primo colmo di piena del Vara ha superato il primo livello di guardia, e scenderà lungo il corso del fiume nelle prossime ore. Anche il Petronio a Sara ha superato il primo livello di guardia. Sempre molto intenso anche il vento le cui raffiche hanno toccato i 166 km all'ora nell'entroterra spezzino.

Leggi anche > Maltempo, allerta meteo in Lazio, Campania e Veneto: temporali in arrivo

il maltempo interessa tutte le regioni centro-settentrionali e parte del Sud, con fenomeni più intensi al Nord e sulle regioni tirreniche. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d'intesa con le regioni coinvolte, alle quali spetta l'attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse.

LE PREVISIONI, DELLE PROSSIME ORE

L'avviso prevede precipitazioni diffuse e abbondanti, anche a carattere di rovescio o temporale, su Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Umbria, Lazio, Sardegna e Campania, in estensione ai settori occidentali di Abruzzo, Molise e Basilicata. Inoltre, dalla mattina di oggi, domenica 3 novembre, si prevede il persistere di precipitazioni intense, anche a carattere di rovescio o temporale, su Liguria e Toscana. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

L'avviso prevede dalla mattinata di domenica 3, precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Liguria, in successiva estensione alla Toscana. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. 

Ultimo aggiornamento: 4 Novembre, 11:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA