Milano, rogatoria in Svizzera per il caso Ruby: trasferimenti di denaro sui conti del fidanzato

0
  • 79
Con una lettera scritta a mano, nel luglio 2014, Luca Risso, ex compagno di Ruby Rubacuori, chiedeva al direttore della PKB di Lugano di trasferire 60mila euro dal suo conto chiamato Fashion su un conto presso la banca Monex di Playa del Carmen. A giustificare il bonifico, i lavori da iniziare in una sua proprietà in Messico. Il documento è agli atti del processo Ruby ter, in cui Silvio Berlusconi, insieme a Karima El Marough e allo stesso Risso, è imputato per corruzione in atti giudiziari. E' una delle carte recuperate dai pm nell'ambito di una rogatoria in Svizzera e depositate dalla ai giudici della settima sezione penale, per dimostrare che l'uomo sarebbe stato beneficiario di una somma di oltre 400mila euro trasferiti da Milano in Messico, passando per Francoforte, Londra e la Svizzera, in cambio del suo silenzio sulle feste a Villa San Martino.

Come si legge nella documentazione prodotta al collegio presieduto da Marco Tremolada - il dibattimento riprenderà l'10 giugno - Risso nell'estate di 5 anni fa ha scritto al direttore della filiale dell'istituto di credito pregandolo di fare il trasferimento «entro giovedì
». Aggiungeva che in caso contrario sarebbe stato «costretto a pagare una penale per il mancato inizio lavori, nella mia proprietà a Playa». Scorrendo le carte elvetiche, però, risulta un «avviso di addebito» sul conto del Banco Monex, datato 19 febbraio 2014, per una somma ben più alta: circa 300mila euro.
Giovedì 2 Maggio 2019, 22:41 - Ultimo aggiornamento: 3 Maggio, 06:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP