Morta la mamma di Massimo Bossetti, condannato per l'omicidio di Yara Gambirasio

Morta la mamma di Massimo Bossetti, presunto killer di Yara Gambirasio: aveva 70 anni, era malata da tempo
ARTICOLI CORRELATI
E' morta nel corso della notte Ester Arzuffi, madre di Massimo Bossetti condannato in appello all'ergastolo per l'omicidio di Yara Gabirasio. La donna aveva 70 anni ed era malata da tempo. Ester Arzuffi è morta in ospedale a Ponte San Pietro (Bergamo). Aveva sempre proclamato l'innocenza del figlio.

Ester Arzuffi si era sempre detta convinta dell'estraneità del figlio rispetto al delitto che vide vittima la tredicenne di Brembate di Sopra, scomparsa il 26 novembre del 2010 e trovata uccisa tre mesi dopo in un campo a Chignolo d'Isola, sempre nel Bergamasco. Aveva anche sempre negato che Massimo fosse figlio di Giuseppe Guerinoni l'autista di autobus di Gorno scomparso nel 1999, come invece accertato nelle indagini. All'uomo gli investigatori erano giunti esaminando il dna trovato sul corpo della ragazza che, una volta comparato, risultò essere di Bossetti. Il muratore bergamasco è in attesa del processo in Cassazione che comincerà il 12 ottobre.
 
 


L'avvocato Claudio Salvagni, uno dei difensori di Massimo Bossetti, condannato in secondo grado per l'omicidio di Yara Gambirasio, presenterà domani alla Corte d'assise d'appello di Brescia un'istanza affinché il muratore di Mapello possa partecipare ai funerali della madre, Ester Arzuffi che si è spenta in ospedale stamani. Già nei giorni scorsi Bossetti aveva fatto vista alla madre con il consenso dei giudici bresciani competenti anche sul suo regime di detenzione in pendenza del giudizio della Cassazione. Il muratore aveva partecipato anche al funerale di suo padre, Giovanni, morto nel giorno di Natale del 2015.

LEGGI ANCHE: Delitto Yara, le motivazioni di appello: il dna è di Bossetti, perizia irripetibile
Domenica 29 Aprile 2018, 11:08 - Ultimo aggiornamento: 1 Maggio, 20:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP