Morto a 48 anni dopo il vaccino: è stato infarto, la dose non c'entra

Venerdì 25 Giugno 2021
Morto a 48 anni dopo il vaccino: è stato infarto, la dose non c'entra

Morto d'infarto Emiliano Carboni (nella foto), 48 anni, agente di commercio di Tortoreto, che aveva avuto un malore dopo qualche giorno dalla somministrazione del vaccino Johnson & Johnson. Proprio per la morte improvviso (mentre stava cenando) la famiglia aveva chiesto l'autopsia che è stata svolta ieri all'obitorio dell'ospedale di Teramo dall'anatomopatologo Sciarra.

La morte, improvvisa e fulminante, è stata causata da un infarto del miocardio. I sanitari del 118, pur intervenuti tempestivamente, non avevano potuto fare nulla per lui. Era sabato sera, l'uomo forse non si sentiva bene ma in realtà a non stare al meglio delle condizioni era praticamente da un mese, dalla fine di maggio, quando Carboni, come da protocollo sanitario, si era vaccinato contro il Covid. Ma l'autopsia ieri ha confermato che non c'è stato alcun nesso tra vaccino e decesso.

Ultimo aggiornamento: 07:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA