Natale, le regole anti-Covid a tavola: brindisi a distanza, piatti singoli (no al buffet) e gel igienizzante

Giovedì 25 Novembre 2021 di Alessio Esposito
Natale, le regole anti-Covid a tavola: gel igienizzante, posti distanziati e niente brindisi

Per il secondo anno di fila avremo un Natale nel segno del Covid. Ma se nel 2020 il governo istituì delle regole ad hoc per scongiurare assembramenti nelle case degli italiani, stavolta non ci sono particolari limitazioni, se non quelle dettate dal buon senso. Con il Super Green pass bar, ristoranti, cinema e teatri diventeranno appannaggio unico dei vaccinati, ma cosa succederà nelle abitazioni private dei cittadini? Gli esperti raccomandano innanzitutto di evitare grandi tavolate, scegliendo quante persone invitare anche in relazione agli spazi a disposizione. Una scelta responsabile, inoltre, è quella di invitare a casa propria solo persone vaccinate (anche con terza dose, laddove possibile).

Super Green pass per salvare il Natale, Qr per bus e metro. Draghi: «Più controlli»

Natale, le regole anti-Covid a tavola

Resta sempre valida la raccomandazione di indossare la mascherina negli ambienti al chiuso, soprattutto in presenza di soggetti fragili o anziani. E l'ormai immancabile gel igienizzante per le mani dovrà essere utilizzato da tutti i commensali. Gli invitati, inoltre, dovranno essere disposti a tavola cercando di mantenere un distanziamento interpersonale minimo. 

Brindisi "a distanza", tavolo per bambini e piatti singoli (no al buffet)

A tavola è preferibile evitare la formula "buffet", privilegiando piatti singoli per ciascun commensale. Gli esperti, già dall'anno scorso, raccomandano di fare particolare attenzione al momento del brindisi evitando di far toccare i bicchieri: basterà farsi un cenno a distanza. Una buona pratica è anche quella di prevedere un tavolo solo per i bambini, tendenzialmente più restii a rispettare un posto fisso. Infine, esiste anche la possibilità di sanificare i regali prima di scartarli, una pratica decisamente prudente, ma che in molti lo scorso Natale hanno già adottato. L'obiettivo resta sempre lo stesso: quello di evitare focolai familiari, pericolosi veicoli di contagio soprattutto per gli anziani e i più fragili. Il rispetto di alcune semplici regole può essere la chiave per tutelare la salute di tutti.

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 26 Novembre, 14:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA