Fuoriserie, collane d'oro e vestiti firmati: nigeriano arrestato per violenza sessuale su ragazze giovanissime

Martedì 3 Dicembre 2019
Porsche, collane d'oro e vestiti firmati: nigeriano violentava ragazze giovanissime

In posa seduto su una Porsche, con vestiti alla moda, collane d'oro, in giro con gli amici per Padova e provincia. La pagina Facebook di Peter Chiebuka, il 26enne richiedente asilo arrestato l'altro giorno per sequestro di persona, violenza sessuale, rapina ai danni di una 22enne della Repubblica Ceca, è uno specchietto per le allodole. Che volesse ingannare famigliari e amici rimasti in Nigeria o attrarre ingenue ragazze in cerca di marito, non è chiaro.


 

 

Quel che è certo, però, è che l'immagine che l'africano voleva dare di sé sui social era ben diversa da quella del richiedente asilo, ospite in una vecchia casa anni 60 in un piccolo paesino della Bassa Padovana, immerso nella campagna, che vive in un programma di accoglienza con un poket money da 2,50 euro al giorno, oltre al vitto e all'alloggio forniti dalla cooperativa Edeco.

Ultimo aggiornamento: 4 Dicembre, 10:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA