Nuovo arrivo di migranti in barca a vela, i bagnanti chiamano i soccorsi

Venerdì 28 Agosto 2020
Sono due i velieri carichi di migranti, che nel pomeriggio sono stati individuati davanti alle coste del Salento. Le imbarcazioni, che si trovavano nei pressi di Torre Mozza, marina di Ugento, erano rimaste incagliate nelle secche, e non riuscivano a raggiungere la terraferma, fa sapere la Croce Rossa italiana. Lo stesso personale della Cri è stato impegnato a raggiungere i velieri, per soccorrere e portare a terra i migranti nella massima sicurezza. Solo gli occupanti di una delle barche, in seguito, sono stati tratti in salvo; l'altro veliero, infatti, pare abbia proseguito verso sud. I migranti, tutti pakistani e apparentemente in buone condizioni di salute, sono stati portati nel centro "Don Tonino Bello" di Otranto per le procedure di identificazione. A chiamare i soccorsi, nel pomeriggio, erano stati i bagnanti, che si erano accorti della presenza delle imbarcazioni con a bordo decine di persone. Sul posto sono intervenute le motovedette della Capitaneria di porto di Gallipoli e dal Reparto operativo navale della Guardia di Finanza in collaborazione,  a terra, dei carabinieri della stazione di Ugento e della Compagnia di Casarano e degli agenti del Commissariato di Polizia di Taurisano.Ultimo aggiornamento: 29 Agosto, 09:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA