Omar Confalonieri, la vittima racconta l'incubo: «Violentata davanti alla mia bimba di un anno»

Sabato 4 Dicembre 2021
Mentana chiude la porta ai no-vax: «Non avranno più spazio nel mio tg». E sui social è bufera

Avrebbe drogato una coppia e violentato la moglie di lui, davanti alla figlioletta di nemmeno un anno. Sono durissime le accuse nei confronti di Omar Confalonieri, l'agente immobiliare in carcere dallo scorso 6 novembre per aver stordito una coppia con benzodiazepine per poi abusare della donna: la vittima ieri ha ripercorso quel giorno da incubo, il 2 ottobre, in cui sarebbe stata stuprata per parecchie ore dallo stesso Confalonieri.

 

Leggi anche > Luciana Littizzetto e i figli in affido: «Ho scoperto di avere Satana dentro»

 

Lo ha fatto davanti al gip Stefania Pepe, con la formula dell'incidente probatorio, in modo da 'cristallizzare' le sue dichiarazioni in vista del processo all'uomo. Fino a tardo pomeriggio, la donna, davanti anche al pm Alessia Menegazzo che con l'aggiunto Letizia Mannella coordina l'inchiesta, ha raccontato di quel giorno in cui lei e il marito, con la scusa della compravendita di un box, sono stati 'drogati' da Confalonieri.

 

Secondo la ricostruzione, l'agente immobiliare avrebbe sciolto il potente sonnifero nel loro drink sorseggiato all'ora di pranzo in un bar vicino a casa. Dopo di che, avvelenati al punto da non capire cosa stesse accadendo, i coniugi sono stati accompagnati nel loro appartamento dal 48enne, il quale ha violentato lei addirittura davanti alla figlioletta di meno di un anno. Intanto proseguono le indagini per far luce su altri casi simili ai danni di altre donne che si sono fatte avanti per denunciare in Procura quel che avrebbero subito dall'agente immobiliare.

Ultimo aggiornamento: 20:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA