Luana D'Orazio, il pm di Prato: «Verificheremo la fotocellula del macchinario»

Martedì 4 Maggio 2021
Inchiesta sull'operaia morta sul lavoro

«Siamo al lavoro per capire se e cosa non abbia funzionato nel macchinario, compresa la fotocellula di sicurezza». Interviene così il procuratore capo di Prato Giuseppe Nicolosi in merito all'inchiesta sulla morte di Luana D'Orazio, l'operaia di 22 anni, madre di un bambino, morta ieri mentre lavorava a una macchina tessile (orditoio) di una ditta a Montemurlo. «Abbiamo ricevuto i rilievi - prosegue- e nelle prossime ore nomineremo dei periti per gli accertamenti tecnici sui documenti raccolti dalla polizia giudiziaria». L'augurio del pm è di eseguire presto anche l'autopsia sul corpo della giovane. 

Luana D'Orazio morta in fabbrica a 22 anni, chi era: dall'abbandono della scuola perché incinta a quel lavoro deciso per il figlio di 5 anni

Ultimo aggiornamento: 22:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA