È tornata l'ora legale: lancette spostate un'ora avanti, dormiremo meno ma con più luce

Venerdì 26 Marzo 2021
È tornata l'ora legale: lancette spostate un'ora avanti: dormiremo meno ma con più luce

È tornata l'ora legale. Con la primavera ormai iniziata, è dunque tornata anche l’ora legale: nella notte alle 2 le lancette degli orologi sono state spostate di un’ora avanti. Dormiremo un’ora in meno, ma guadagnando un’ora di luce in più durante la giornata. Ovviamente i dispositivi elettronici si sono aggiornati in automatico, mentre per quelli meccanici serve spostare materialmente la lancetta in avanti.

Ora legale, domenica sarà l'ultima? L'Ue vuole cancellarla (ma l'Italia no)

L’ora legale ci accompagnerà per tutta l’estate (e parte dell'autunno) fino al prossimo 31 ottobre, quando torneremo all’ora solare spostando le lancette di un’ora indietro e dormendo dunque un’ora in più. Ed è un vantaggio anche per le tasche: secondo Terna l’anno scorso, nei sette mesi di ora legale, l’Italia ha risparmiato 400 milioni di kilowatt-ora di elettricità, con un beneficio di 66 milioni di euro.

Da qualche anno ormai si parla di un’abolizione dell’ora legale, dopo una proposta del Parlamento europeo: ma la proposta ha trovato l’opposizione dell’Italia che ha chiesto a Bruxelles di conservare il doppio orario. A favore si erano schierati i Paesi dell’Europa del Nord (in primis Finlandia e Polonia), dove le ore di luce sono comunque molte di più rispetto a quelli del Sud, tra cui l’Italia.

Ultimo aggiornamento: 8 Maggio, 17:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA