Morto Provenzano, ora resta ancora latitante il numero uno: Matteo Messina Denaro

ROMA Il numero uno, il superlatitante, è ancora lui, Matteo Messina Denaro, classe 62, boss trapanese, ritenuto il nuovo capo di Cosa nostra. IL CARCERE Una caccia lunga 23 anni, durante i quali in carcere sono finiti i parenti e gli amici del boss, gli imprenditori di riferimento, mentre con i sequestri milionari si è tentato di colpire il suo patrimonio. Ma lui, probabilmente ancora in Sicilia, nel suo feudo, è imprendibile. È ufficialmente un fantasma dal 2 giugno 93, accusato delle stragi di Roma e...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 13 Luglio 2016, 12:30


QUICKMAP