Pale di San Martino, alpinista precipita e muore durante scalata in solitaria

Venerdì 30 Luglio 2021
Pale di San Martino, alpinista precipita e muore durante scalata in solitaria

Caduta fatale per un alpinista veneto cinquantenne itrovato senza vita questa mattina su una cengia della parete della Pala del Rifugio, nel gruppo Pale di San Martino. Fatale è stata una caduta di più di cento metri lungo la via Castiglioni/Detassis. L'allarme è stato lanciato verso mezzanotte dal gestore del rifugio Treviso in val Canali, dopo il mancato rientro dell'uomo che aveva lasciato detto di voler scalare in solitaria solo la via Castiglioni/Detassis alla Pala e lo Spigolo Sass d'Ortiga, nel gruppo Pale di San Martino al confine fra Trentino e Veneto.

Pale di San Martino, caduta martale

 

Le ricerche da parte del soccorso alpino sono cominciate nella notte anche con l'elicottero munito dei visori notturni. Dopo il ritrovamento da parte dei carabinieri dell'auto dell'alpinista parcheggiata in val Canali, due uomini del soccorso alpino di Primiero sono saliti al rifugio Treviso per fare una ricognizione alla base della parete, mentre l'elicottero è decollato da Trento per effettuare un altro sorvolo. Dopo pochi minuti di volo, l'equipaggio è riuscito ad individuare il corpo dell'alpinista su una cengia. Dopo che il medico ne ha dichiarato il decesso e dopo il nullaosta delle autorità, la salma è stata recuperata a bordo dell'elicottero e trasportata a Fiera di Primiero.

Ultimo aggiornamento: 13:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA