Falsi Modigliani in mostra a Palermo,
sequestrate opere da 9 milioni l'una

di Paola Perez

Su delega della Procura della Repubblica di Palermo, i militari del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale hanno sequestrato due dipinti falsamente attribuiti al maestro Amedeo Modigliani esposti in mostra presso il Palazzo Bonocore del capoluogo siciliano.

L’approfondimento svolto dai militari del Reparto Operativo (Sezione Falsificazione e Arte Contemporanea), al comando del tenente Colonnello Nicola Candido, si è concentrato sulle poche opere «reali» esposte all’interno della mostra - inaugurata a novembre - che proponeva principalmente un percorso  basato su proiezioni fotografiche multimediali di alcuni capolavori del maestro livornese.

Acquisita la documentazione delle opere, gli accertamenti hanno consentito di stabilire che la documentazione a corredo (certificati di autenticità e provenienza) era priva di autorevolezza dal punto di vista scientifico e piena di passaggi contraddittori. Successivi accertamenti hanno composto un quadro investigativo condiviso dall'autorità giudiziaria, portando al sequestro di due dipinti:

- olio su tela cm 65x70 intitolato «Hannelore», provenienza eredità giacente del Tribunale Civile di La Spezia;

- olio su tela cm 62,5 x 40 intitolato «Donna con cappello», provenienza proprietà privata di una famiglia di Reggio Emilia.

Nello stesso tempo, tra Roma e Spoleto, venivano eseguiti due decreti di perquisizione a carico del presidente dell’Istituto Amedeo Modigliani di Spoleto (procacciatore delle opere) e del curatore della mostra (autore delle certificazioni di autenticità), indagati per il reato di contraffazione di opere d’arte. Nel corso delle operazioni sono stati sequestrati 27 opere di pregio contraffatte (tre opere grafiche di Modigliani e 24 dipinti di Picasso, Chagall, De Nittis, Boldini, Dalì e Guttuso) nascoste in una vettura.

Il valore delle opere sequestrate nel Palazzo Bonocore, se fossero state immesse sul mercato come autentiche, è pari a nove milioni l'una; quello dei beni sequestrati agli indagati, se messi sul mercato come autentici, supera i cinque milioni.





 
Giovedì 18 Aprile 2019, 13:29 - Ultimo aggiornamento: 18-04-2019 15:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP