Paolo Massari, chi è l’assessore arrestato per stupro: dieci anni altre due accuse di violenza

Domenica 14 Giugno 2020
Paolo Massari, chi è l’assessore arrestato per stupro: dieci anni altre due accuse di violenza

Ci risiamo, era già successo dieci anni fa, ma questa volta non sono bastate le dimissioni come allora. Per Paolo Massari, 54 anni, giornalista ed ex assessore all’Ambiente della giunta di Letizia Moratti, si sono aperte le porte del carcere di San Vittore. Con l’accusa di violenza sessuale. Ad accusarlo una compagna di scuola, oggi imprenditrice. Ma riavvolgiamo il nastro della vicenda. E sì perché Massari era già stato coinvolto in un caso simile già nel 2010 e, in quella occasione, aveva lasciato la poltrona a palazzo Marino (per presunte molestie su una diplomatica norvegese e su una dipendente del Comune di Milano).
 

 

Paolo Massari, ex assessore di Milano, arrestato per stupro: accuse da una compagna di scuola

All’epoca, su pressione dello stesso sindaco Moratti e dell’allora direttore generale del Comune, Beppe Sala, aveva firmato le dimissioni. Tutto era accaduto ad una cena organizzata dal consolato norvegese, e lì avrebbe molestato una donna. Era stata lei a raccontare tutto al console che a sua volta aveva scritto una lettera “infuocata” alla Moratti. In quell’occasione però tutto svanì come una bolla di sapone, erano state escluse colpe a carico di Massari. L’ex assessore e giornalista, dopo i fatti del 2010, ha sempre ribadito di non aver fatto nulla e che quella vicenda, avvenuta ormai dieci anni fa, gli ha solo rovinato la vita e la carriera politica. E durante una conferenza, accompagnato dalla moglie e dal padre, spiegò anche le accuse della dipendente del Comune, sottolineando di aver ricevuto, più volte dalla donna, richieste di una intercessione per il rinnovo del suo contratto. «Io l’ho subito bloccata - spiegò Massari - dicendole che “non faccio favori di questo tipo nemmeno in cambio di favori sessuali”». 

 

Ultimo aggiornamento: 14:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA