Papà muore nel sonno a 27 anni, stroncato da una violenta crisi epilettica

Martedì 29 Settembre 2020 di Alessia Strinati

Muore improvvisamente nel sonno a 26 anni. Josh Willoughby, giovane papà di Cleethorpes, nel Lincolnshire, è morto durante il sonno a causa di un attacco epilettico. L'uomo aveva scoperto dall'età di 13 anni di avere una malattia che da adulto gli avrebbe causato gravi crisi, ma fino ad ora non aveva avuto problemi.

La patologia ha causato una forte epilessia che non gli ha dato scampo. L'attacco ha infatti impedito l'apporto di ossigeno al cervello ed è stato fatale. Josh teneva sotto controllo la sua malattia, prendendo regolarmente medicinali, ma ogni anno aveva comunque almeno 3 crisi. Josh viveva con la sua compagna e il figlio e lavorava come assistente all'East Coast Lodge a Humberston. Amava passare il tempo libero con la sua famiglia e tutti lo ricordano come una persona buona e generosa.

A lanciare l'allarme è stata la moglie dopo aver notato che il 27enne non si svegliava, ma all'arrivo dei medici i soccorritori non hanno potuto fare altro che dichiararne il decesso.

Ultimo aggiornamento: 13:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA