Dà fuoco alla convivente incinta e tenta di ucciderla: 41enne arrestato

Venerdì 14 Maggio 2021
Dà fuoco alla convivente incinta e tenta di ucciderla: 41enne arrestato a Pavia

Una discussione per futili motivi, come probabilmente ce ne sono state tante altre negli ultimi tempi in un appartamento della frazione Giovenzano di Vellezzo Bellini (Pavia). Qualche vicino riferisce infatti che non era la prima volta che al coppia, un muratore 41enne, originario della Romania, e la sua convivente, della stessa età e nata in provincia di Pavia, aveva accesi litigi soprattutto negli ultimi tempi. Ma ieri sera l'epilogo dell'ennesima lite è stato tragico. Alle parole urlate sono seguiti fatti di gravissima violenza. L'uomo infatti ha aggredito la compagna cospargendola di alcol etilico e dandole fuoco.

 

Varese, Riccardo scompare prima della prova del pranzo di nozze: ritrovata la sua auto, è giallo

«Mia moglie non cucina e non stira» e chiede il divorzio. Il giudice gli dà torto: i lavori vanno condivisi

 

 

La richiesta d'aiuto

 

È stata la stessa donna a chiedere aiuto, chiamando il 118. Poco dopo sono giunti sul posto gli operatori dell'Areu ai quali la 41enne ha spiegato di essersi ustionata da sola in casa. Un versione che, considerando che la donna presentava ustioni sul 50% del corpo, appariva poco verosimile. È stato chiesto l'intervento dei carabinieri, ai quali la donna ha spiegato che in realtà era stato il suo compagno, sembra ubriaco, a cospargerla di alcol e a darle fuoco dopo una violenta lite tra di loro.

Poi la donna ha anche aggiunto un particolare che ha reso la violenza ancora più agghiacciante: ha detto cioè di essere incinta, al secondo mese di gravidanza. A quel punto, stremata e sotto shock, ha perso i sensi. Sono stati attimi drammatici, in cui si è temuto fortemente per lo stato di salute della donna, che è stata trasportata in ambulanza al centro ustioni dell'ospedale Niguarda di Milano, dove si trova attualmente ricoverata in prognosi riservata. Ha riportato ustioni sul 50 per cento del corpo. Le sue condizioni sono gravi, anche se allo stato attuale non è considerata in pericolo di vita. I medici la sottoporranno anche a un'ecografia per verificare lo stato della sua gravidanza e se la gestazione possa essere considerata a rischio. Un aspetto, quest'ultimo, che rischia di aggravare la posizione dell'uomo, finito nel carcere di Torre del Gallo a Pavia, a disposizione della Procura che ha aperto un'inchiesta. L'accusa nei suoi confronti è quella di tentato omicidio.

 

L'ultimo litigio

 

L'ultimo litigio la scorsa notte è stato originato da un sms ricevuto dall'uomo. Tra i due è nata una discussione che ben presto è degenerata sino a che il 41enne ha tentato di dare fuoco alla donna che si è salvata solo per il tempestivo intervento sul posto del 118 e dei carabinieri e per il trasferimento al Niguarda. L' episodio ha destato enorme impressione a Giovenzano, una piccola frazione di Vellezzo Bellini (Pavia) a pochi chilometri da Pavia, che si incontra lungo la strada per Milano che costeggia il Naviglio. Un luogo solitamente tranquillo, che ora però deve fare i conti con un gravissimo fatto di cronaca che ha turbato la vita della comunità locale. A pochi chilometri di distanza, a Filighera (Pavia), è avvenuto un altro caso di maltrattamento in famiglia, dalle conseguenze fortunatamente meno gravi: un 29enne lodigiano è stato arrestato dopo aver minacciato con un coltello a serramanico (con una lama di 10 centimetri) la sua ex convivente di 32 anni.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 15 Maggio, 08:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA