Pedofilo arrestato: atti osceni in spiaggia a Venezia, nello smartphone decine di video di bambini

Domenica 2 Agosto 2020 di Marco Corazza
Controlli della Polizia locale in spiaggia a Bibione
È arrivato dalla Germania sul litorale di Venezia per filmare i bambini che si divertivano in spiaggia. Fermato un 54enne pedofilo che si era spogliato e aveva messo in pratica l’autoerotismo.  Nel suo smartphone sono stati poi trovati filmati fatti a bambini sul litorale di Bibione e di Lignano, ma anche altri di origine ignota con rapporti sessuali con bambine. Al vaglio c’è pure un computer portatile che gli agenti della Polizia locale hanno trovato nella sua auto in cui ci potrebbero essere altri video compromettenti. 
 

Atti osceni

Coronavirus, 78enne si denuda davanti a una bambina di 2 anni: era scesa in spiaggia per giocare

A chiamare il comando della Polizia locale del Distretto Veneto est sono stati alcuni genitori che l’altra settimana avevano scoperto il 54enne tedesco in spiaggia con i pantaloni abbassati, intento a masturbarsi mentre filmava i bambini. Fortunatamente i piccoli non si sono accorti di quanto stava accadendo, perchè impegnati a giocare sulla spiaggia in prossimità della zona “Firmamento”, sul litorale antistante via Croce del Sud. Ma alcuni genitori hanno visto l’orco e come detto hanno allertato le autorità. Immediato l’intervento degli agenti diretti da William Cremasco, arrivati con più pattuglie nonchè con la squadra di Pg in borghese. Proprio gli uomini della Pg hanno raccolto delle testimonianze e con l’aiuto di alcuni genitori hanno setacciato la zona, rintracciando lo squilibrato nei pressi di piazzale Zenith.
 
 


DECINE DI FILMATI
L’uomo è stato portato nel Comando di via Maya e quindi perquisito. Gli investigatori della Locale hanno trovato uno smartphone con cui erano stati realizzate decine di filmati a bambini sul litorale di Lignano e di Bibione. Video in cui, per esempio, i piccoli facevano la doccia senza il costume. Non solo, la Polizia locale ha anche trovato dei video contenenti sequenze di un rapporto sessuale tra un adulto e delle bambine molto piccole. Gli agenti hanno rinvenuto anche l’auto che il 54enne aveva posteggiato in una zona più interna. Nell’abitacolo è spuntato un computer portatile per il quale serviva una password d’accesso. Il turista tedesco non l’ha fornita. L’apparecchio è stato sequestrato e inviato a un laboratorio per essere esaminato. Gli investigatori sospettano che all’interno vi siano altri filmati che potrebbero far peggiorare la situazione dell’uomo, che è stato arrestato per pedofilia e trasferito in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria. Gli investigatori del Distretto Veneto est hanno scoperto che l’individuo era arrivato solo 24 ore prima del fermo e che in Germania ha diverse altre pendenze sempre per pedofilia.
  Ultimo aggiornamento: 12:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA