Botte e intossicazione: trovato in coma in via Silvio Pellico

Giovedì 24 Settembre 2020
Botte e intossicazione: trovato in coma in via Silvio Pellico

Ha riportato una ventina di giorni di prognosi ed è stato già dimesso il marocchino di 38 anni, trovato martedì attorno alle 19, davanti ad un supermercato di via Silvio Pellico, a Pescara, in stato comatoso. Sul corpo segni evidenti di percosse. Trasportato in codice rosso in ospedale, gli sono stati riscontrati una fortissima intossicazione da abuso di alcol e fratture al setto nasale, per cui è stato tenuto sotto stretta osservazione sino al pomeriggio di ieri. Da subito sono scattate le indagini da parte dei carabinieri, che hanno ascoltato testimoni e visionato le immagini delle telecamere.

Dai primi accertamenti è venuto fuori che il 38enne, senza fissa dimora, sarebbe stato picchiato al culmine di un litigio per futili motivi fra stranieri ubriachi. Martedì pomeriggio al 118 era arrivata proprio una chiamata di una donna che segnalava una violenta aggressione in via Pellico. Per i residenti della zona, nulla di diverso rispetto alle scene a cui, ogni giorno e ogni notte, sono costretti ad assistere. Scene di degrado totale, risse, spaccio. Tentativi di rapina (la titolare del supermarket inseguì e fece arrestare il bandito). Più volte hanno denunciato tutto questo e l’unica risposta che hanno avuto sino ad ora è una fontanella distrutta a picconate dal sindaco.

Ultimo aggiornamento: 08:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA