Torino, panico a piazza San Carlo. Il pm chiede un anno e 8 mesi per Appendino: «Disastro e omicidio colposo»

Venerdì 20 Novembre 2020
Torino, panico a piazza San Carlo. Il pm chiede un anno e 8 mesi per Appendino: «Disastro e omicidio colposo»

La richiesta è di «un anno e otto mesi di reclusione»: è la condanna chiesta appunto dal pubblico ministero Vincenzo Pacileo per la sindaca di Torino, Chiara Appendino, al processo per i fatti di Piazza San Carlo. L'udienza si celebra nell'aula magna del palazzo di giustizia con rito abbreviato. Le accuse mosse dal magistrato contro la sindaca e altri 4 imputati sono di disastro, lesioni e omicidio colposo.

Piazza San Carlo, 9 a processo per la tragedia a Torino alla finale di Champions 2017

I fatti sono accaduti il 3 giugno 2017 in piazza San Carlo quando durante la finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid il fuggi fuggi della folla, assiepata davanti al maxi schermo, a seguito di un'ondata di panico collettivo provò il ferimento di oltre 1500 persone e due vittime, Erika Pioletti deceduta una decina di giorni dopo e Marisa D'Amato, rimasta tetraplegica e deceduta nel gennaio 2019.

Il pm ha chiesto 3 anni e 6 mesi per Enrico Bertoletti, un professionista che si occupo di un progetto per conto degli organizzatori della serata; un anno e sette mesi per Maurizio Montagnese, responsabile dell'agenzia turismo Torino; un anno e otto mesi per l'allora questore Angelo Sanna; 2 anni per l'ex capo di gabinetto del comune, Paolo Giordana.

 

 

Ultimo aggiornamento: 17:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA