Pinerolo, due le vittime dell'esplosione: dopo la donna, morto anche il marito. «Come un terremoto»

Venerdì 29 Ottobre 2021
Pinerolo, incendio e crollo di una palazzina: si cercano dispersi. «Come un terremoto»

Prima è morta lei, vittima dell'incendio divampato in una palazzina di Pinerolo, nel Torinese, poi il marito, che era stato trasportato in ospedale. A causare l'incendio, preceduto da un'esplosione fragorosa, è stata una fuga di gas. La palazzina, che conta 12 alloggi, è stata evacuata.

L'emergenza in mattinata

E' stato un potentissimo boato, così forte da buttare in terra le persone e da spostare le auto nei parcheggi, a svegliare poco prima delle 8 Pinerolo, 36 mila abitanti nell'area metropolitana di Torino. A causarlo l'esplosione di una palazzina in piazza Sabin, che ha provocato la morte di due persone e il ferimento di altre tre.

Maria Rosa Fiore, 84 anni, è morta carbonizzata sotto le macerie del suo appartamento, al terzo e ultimo piano della palazzina. Il marito Dario Lisdero, che proprio ieri aveva festeggiato il 74esimo compleanno, è morto invece all'ospedale Cto di Torino, dove è stato trasportato in elicottero con ustioni di primo e secondo grado sull'80% del corpo. «Mi ero appena svegliata, sono caduta per terra. Sembrava il terremoto», racconta una anziana signora, il cappotto indossato in fretta e furia sopra la camicia da notte.

«Lo scoppio ha fatto saltare i vetri delle finestre, abbiamo avuto tanta paura», racconta un altro residente della zona. «Sono uscito sul balcone - aggiunge - c'era fumo, non si vedeva nulla. Quando mia moglie ed io abbiamo capito quello che era accaduto, abbiamo vestito i bambini e siamo scappati in strada». La piazza è da scene di guerra, le sirene dei mezzi di soccorso che suonano senza sosta davanti allo stabile sventrato e i calcinacci ovunque. Le squadre di ricerca dei vigili del fuoco, impegnati con quaranta uomini, spengono le fiamme e iniziano subito a scavare tra le macerie, mentre il 118 allestisce un posto medico avanzato per valutare gli illesi e dar loro assistenza psicologica.

Le operazioni sono  coordinate dal direttore del Dipartimento 118 Regione Piemonte, Mario Raviolo. Sul posto anche il sindaco di Pinerolo, appena rieletto, Luca Salvai. «C'è stata una fuga di gas che ha saturato un locale, da cui probabilmente è partita l'esplosione», conferma il primo cittadino, precisando che «la dinamica non è ancora del tutto chiara, e c'è la magistratura che sta facendo i suoi rilievi».

L'amministrazione comunale, che ha avviato una raccolta fondi su Eppela per le famiglie rimaste senza casa, si è subito attivata per dare loro assistenza. Da questa sera gli sfollati, una ventina in tutto, saranno ospitati in alcuni alberghi della cittadina. Per evitare episodi di sciacallaggio, invece, le operazioni di pattugliamento delle forze dell'ordine sono già iniziate.

 

 

Roma, crolla palazzina a Torre Angela dopo un'esplosione: 4 feriti. «Una sigaretta ed è scoppiato tutto»

Video

Incendio a Pinerolo: cosa è successo

 

 

Paura tra i residenti

 

 

Ultimo aggiornamento: 30 Ottobre, 10:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA