Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

C'è Pluto su Plutone: il cane della Disney «avvistato» sul pianeta nano

Martedì 14 Luglio 2015
Pluto su Plutone (NASA/JHUAPL/SWRI)
VIDEO CORRELATO - Samantha Cristoforetti: l'atterraggio sulla terra





NEW YORK - Casualità? Mistero? Non si sa, eppure tutto questo fa sorridere e fa sorgere qualche interrogativo.



Di cosa si tratta? Ebbene, Amanda Zangari, una scienziata che lavora con il team di New Horizons ha fatto una scoperta sensazionale: ha rinvenuto, proprio su Plutone, alcune formazioni geologiche che, se guardate nel loro complesso, andrebbero a formare il volto di Pluto, il famoso cane della Disney.



A guardare bene c'è proprio tutto: le orecchie, il naso, i due occhi e anche la lingua di Pluto. L'immagine scattata qualche giorno fa dalla sonda New Horizons parla chiaro, e ciò che ne esce fuori sembra proprio il volto del cane Disney.



"Tra pochi giorni ne sapremo di più su questo mistero - ha commentato lo scienziato del team New Horizons, Leslie Young - . Dobbiamo scoprire di cosa si tratta. In queste ore stiamo analizzando bene il colore e la scala geologica di quell'immagine, così saremo in grado di studiare le scogliere e i bacini di Plutone".



Intanto, è partito già il conto alla rovescia per l'incontro con Plutone. Dopo un viaggio di 9 anni attraverso il Sistema Solare, alle 13,39 (ora italiana) di oggi, è previsto ''il saluto'' della sonda New Horizons della Nasa al pianeta nano.



Nel frattempo il Sole saluterà l'evento scagliando sul pianetino uno sciame di particelle cariche liberato da una delle ultime eruzioni. Da Terra, gli astrofili hanno già cominciato a puntare i telescopi sul pianetino e a scattare bellissime immagini.



Uno dei primi misteri su cui dovrà indagare la sonda è una struttura brillante a forma di cuore e quattro grandi macchie scure, ognuna grande quanto lo stato americano del Missouri, e poste alla stessa distanza fra loro. Le strutture corrono lungo l'equatore e potrebbero essere altipiani o pianure, oppure variazioni di luminosità su una superficie completamente liscia. Spetterà a New Horizons verificarlo. Dopo il passaggio ravvicinato a Plutone, la sonda si avvicinerà anche alla luna Caronte, con cui la quale il pianetino forma un sistema binario.
Ultimo aggiornamento: 15 Luglio, 16:43