Ex poliziotto investe e uccide ragazzo a Roma, l'uomo è positivo agli esami di alcol e droga

Investito e ucciso a Roma in scooter, arrestato ex poliziotto: è positivo agli esami di alcol e droga
Investito e ucciso a Roma in scooter, arrestato ex poliziotto: è positivo agli esami di alcol e droga
Giovedì 25 Agosto 2022, 12:24 - Ultimo agg. 12 Settembre, 16:31
3 Minuti di Lettura

È risultato positivo agli esami di alcol e droga l'ex poliziotto che, nella mattinata di ieri, ha travolto e ucciso il 19enne Simone Sperduti in via Prenestina altezza del svincolo Gra a Roma. L'agente, precedentemente sospeso dal servizio, è stato arrestato dagli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale con il V Gruppo Prenestino che erano intervenuti sul luogo dell'incidente per i rilievi.

Simone Sperduti, morto in scooter investito da un poliziotto: aveva 19 anni e sognava di fare il vigile del fuoco

L'incidente

Un impatto violento che non gli ha dato scampo. Il giovane stava percorrendo il tratto a bordo del suo scooter, Honda Sh 300, diretto verso il centro città. L'auto che lo ha travolto, una Opel Meriva, stava per imboccare, secondo una prima ricostruzione, la rampa per immettersi sul Gra. Uno scontro violentissimo, il giovane è stato sbalzato per alcuni metri.

Al volante dell'auto un agente di polizia di 46 anni, da tempo sospeso dal lavoro. L'uomo si è fermato ed ha immediatamente allertato i soccorsi. In pochi minuti il personale del 118 è arrivato sul luogo dell'incidente ma per il ragazzo non c'è stato nulla da fare: i tentativi di salvargli la vita sono risultati vani. 

Voleva diventare un pompiere

Simone da grande voleva fare il vigile del fuoco proprio come il suo papà e da bimbo si divertiva a indossare il casco dei pompieri. Ecco perché si era messo a studiare e aveva partecipato al concorso. In attesa di conoscere i risultati dei test, il 19enne si era messo a lavorare come magazziniere. «Era solare, un ragazzo d’oro» dicono gli amici sconvolti per la perdita del giovane nato e cresciuto a Centocelle. Una lama nel cuore ha lacerato gli animi dei genitori che hanno ricevuto la drammatica telefonata dai colleghi pompieri intervenuti sul luogo dell’incidente. I genitori sono tornati subito da Cervia, il papà era in ferie solo da due giorni

© RIPRODUZIONE RISERVATA