Portiere esulta e viene picchiato a fine partita, condannati quattro giocatori avversari

Portiere esulta e viene picchiato a fine partita, condannati quattro giocatori avversari. Nella foto Cimini
Portiere esulta e viene picchiato a fine partita, condannati quattro giocatori avversari. Nella foto Cimini
di Walter Berghella
Giovedì 8 Settembre 2022, 09:10 - Ultimo agg. 09:49
3 Minuti di Lettura

Tante botte e zero fair play in campo nell'attesa finale del campionato Amatori Csi tra Stilottica e Real Lanciano giocata al Villa delle Rose il 16 maggio 2016. Per quella bolgia il giudice di Lanciano Teresa Pesca ha condannato quattro sportivi in campo che aggredirono il portiere della squadra avversaria Romolo Cimini, 51 anni, che riportò 48 giorni di prognosi, agente di polizia penitenziaria al supercarcere di Lanciano. L'accusa: lesioni aggravate in concorso per 4 imputati avversari.

L'allenatore Giovanni Bettoli, 52 anni, ha avuto un anno e 2 mesi di reclusione, gli altri tre giocatori invece hanno è toccato un anno a testa; e sono Manuel Di Biase, 41 anni, Fabio Spartaco, di 52, difesi unitamente all'allenatore dall'avvocato Roberto Bianco, e Pasquale Luigi Salvatore, 35 anni, difeso dalle avvocatesse Nicla D'Angelo e Fiorenza Di Battista. Per tutti la sospensione della pena. Imputati inoltre condannati a risarcire la parte civile in separata sede civile. La stessa parte offesa, patrocinata dall'avvocato Luca Scaricaciottoli, aveva chiesto 10 mila euro di danni morali e materiali. Al termine della requisitoria il pm d'udienza Delfina Conventi aveva chiesto condanne per tutti a un anno di reclusione, con la concessione delle attenuanti generiche equivalenti alle aggravanti; concorso di reato e lesioni per più di 40 giorni che potevano portare ad una condanna fino a 3 anni.

Roma, rissa alla partita di calcio: insulti razzisti in campo al Tre Fontane

Finisce a reti inviolate e in rissa il derby tra matricole di Prima Borgo Quinzio-Castelnuovo. Tabellino, commenti e foto

La gara era in corso nel centralissimo ex campo sportivo Esposito. Finale rovente del derby lancianese con in palio la vittoria del campionato. A 40 secondi dal fischio finale lo Stilottica pareggia (1-1) e vince il torneo a danno del Real. Il portiere Cimini esulta e i suoi gesti vengono equivocati e parte il putiferio. Il portiere è finito a terra dopo essere stato tirato per un orecchio dall'allenatore avversario e poi aggredito a calci e pugni dai calciatori, riportando due costole rotte, contusione del rachide lombare e ferita escoriata al padiglione auricolare dell'orecchio sinistro. Numero 1 spedito in ospedale per la violenza che ora il tribunale ha condannato in primo grado. Al pestaggio del portiere assistettero dagli spalti, atterrite, anche la moglie e le due figlie. Lette le motivazioni di sentenza le difese proporranno ricorso in Appello. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA