Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Milano, power bank esplode nello zaino di uno studente a scuola: feriti 7 ragazzi e un insegnante

Lunedì 30 Maggio 2022
Milano, power bank esplode nello zaino di uno studente a scuola: feriti 7 ragazzi e un insegnante

Paura in una scuola a Milano. Una power bank (batteria) all'interno di uno zaino è esplosa questa mattina, intorno alle 8.50 in una scuola in via Carlo Valvassori Peroni 8 a Milano, all'istituto Ipsar Amerigo Vespucci. Il bilancio è di otto persone coinvolte: 7 studenti e un insegnante, di cui tre minori portati in ospedale: una 17enne è stata trasportata per un malore (codice rosso) all'ospedale San Raffaele, mentre due 15enne, un ragazzo e una ragazza sono stati portati per «lievi sintomi da inalazione di fumo» (codice verde) all'ospedale De Marchi. Sul posto sono intervenuti un'automedica, due ambulanze, e la polizia. 

E-sigarette vietate nel Lazio: in uffici e ospedali. Giovani nel mirino

La scuola, un istituto alberghiero, si trova nella periferia Est del capoluogo lombardo. La presidenza ha preferito non commentare l'accaduto, mentre tra il personale nell'androne qualcuno esprime soddisfazione per le lievi conseguenze: «Meno male che non è successo niente di grave». In cortile due tecnici dell'Ats concludono una ispezione che pare non abbia riscontrato anomalie: «Noi ci occupiamo della sicurezza degli impianti elettrici, il telefono non era collegato alla rete ma alla batteria in uno zaino». Alle 13 escono dei ragazzi ma non hanno sentito nulla: «Oggi c'era sciopero, siamo entrati alle 10, era già successo tutto». 

Ultimo aggiornamento: 13:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA