Precipita nel torrente mentre raccoglie asparagi: un morto nel Pescarese

Venerdì 29 Aprile 2022 di Patrizia Pennella
Precipita nel torrente mentre raccoglie asparagi: un morto nel Pescarese

Era uscito di casa, ieri mattina, nel Pescarese per raccogliere asparagi e aveva lasciato detto, come sempre, che sarebbe rientrato per l'ora di pranzo. La moglie ha aspettato e poi, non vedendolo rientrare, si è allarmata e si è messa in contatto con il figlio. Che è partito subito alla ricerca del padre.

Ad aiutarli sono state le tecnologie: l'uomo infatti ha pensato bene di provare a localizzare il cellulare che il papà aveva con sé ed è riuscito ad arrivare nella zona in cui aveva deciso di andare a fare una passeggiata. Un'area anche piuttosto impervia in contrada Francoli, a Tocco da Casauria, paese di residenza della famiglia. E' stato proprio il figlio a scoprire che era finito in un fossato, lungo il fiume Pescara e a chiamare i soccorsi.

Per il recupero sono quindi intervenuti il soccorso alpino e speleologico e i vigili del fuoco di Alanno che, impegnati con due squadre, hanno effettuato il recupero del corpo dell'uomo. Si tratta di G.M. di 71 anni, residente proprio a Tocco da Casauria. Sul posto, oltre alle squadre di soccorso anche una pattuglia dei carabinieri della compagnia di Popoli, coordinati dal maggiore Giovanni Savini che hanno effettuato anche i primi rilievi. L'uomo era uscito di casa da solo, come era solito fare: non è stato ancora accertato se la morte sia dovuta a un malore, che ha provocato la caduta, o se sia scivolato lungo la scarpata, precipitando quindi verso il fiume. In contrada Francoli è intervenuta anche un'ambulanza del 118, ma purtroppo per G.M. ogni intervento si è rivelato inutile. Sono molte le persone che in questo periodo escono alla ricerca di erbe selvatiche: a tutti viene raccomandato di comunicare sempre, prima di allontanarsi, a parenti o conoscenti il luogo in cui si recano per le loro escursioni.

Ultimo aggiornamento: 09:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA