Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Vaccino Lombardia, aperte le prenotazioni online ma ci sono 80mila persone in coda

Lunedì 15 Febbraio 2021
Vaccino Lombardia, aperte le prenotazioni online ma ci sono 80mila persone in coda

Ore inchiodati al pc aspettando di prenotare il proprio vaccino anti Covid. Le prenotazioni online in Regione Lombardia sono aperte da oggi (dalle ore 13) ma si è subito creata una lunga coda virtuale con punte di 100mila persone in attesa. Un vero record. Sul più bello un messaggio compare sullo schermo e infrange le speranze: «Stiamo ricevendo numerose richieste di accesso e potrebbero verificarsi dei rallentamenti del servizio. Ti chiediamo di riprovare tra pochi minuti». L'unica scelta, q euesto punto, è rimettersi in coda. Sta succedendo a migliaia di persone oggi in Lombardia. Oggi infatti è il primo giorno in cui per gli over 80 è possibile registrare la propria adesione alla campagna vaccinale, e il portale è stato preso letteralmente d'assalto.

Il risultato lo racconta all'Adnkronos Salute un cittadino che ha tentato l'impresa per confermare la volontà dei suoi anziani genitori alla campagna vaccinale. Ma non è l'unica segnalazione, perché sui social sono diversi gli utenti che lamentano disagi. «Mi sono collegata alle 13 - è la testimonianza di una fra tanti utenti - e c'era già una lista di 9mila persone in coda. Ho aspettato mezz'ora e, quando è arrivato il mio momento, mi è apparso il cartello che mi invitava a riprovare più tardi», per via del boom di richieste che si stavano affollando. «Allora ho deciso di ricominciare daccapo tutta la procedura e a quel punto mi sono ritrovata altre 70mila persone davanti. Ho atteso un'ora e mezza e stata sbattuta fuori di nuovo. Il tempo di attesa scorre molto veloce, solo che al tuo turno il sito non ti fa proprio accedere alla procedura. So di qualcuno che è riuscito a entrare collegandosi prima delle 13. Ma da quando provo io non mi sembra possibile». Sono ormai passate le 15. L'utente ha riprovato la procedura per 3 volte e per 3 volte ha perso il posto. Guarda lo schermo: «Ci sono 115.169 persone prima di me», riferisce. 

 

I racconti sono tutti simili. Chi ha provato ad accedere, probabilmente dopo un certo orario in poi si è ritrovato nel gorgo del traffico di puntà delle richieste, imprigionato in una sorta di 'click day' involontario. «Ditemi che non sono l'unica che sta cercando di registrare sul portale della regione la propria nonna per il vaccino e che come una poveretta viene messa in attesa di ricevere un codice che non arriva mai e viene continuamente buttata fuori dal portale!», è un'altra testimonianza postata su Facebook. Il codice in questione dovrebbe arrivare per Sms e dalla Regione Lombardia hanno precisato che non è il portale ad avere «problemi». I problemi di rallentamento sono dovuti al fatto che «Tim non riesce a inviare gli Sms di risposta», ma la compagnia telefonica sta risolvendo il problema.

Roma, vaccinazioni over 80 adesso anche in caserma: ecco dove

 

 

Ma intanto le segnalazioni affollano i social. Su Twitter un utente scrive: «Sito in tilt alle 13.15.....game over». Un altro chiede: «È successo solo a me?», e posta la solita foto del numero chilometrico di persone in coda. «Una simile situazione si era creata per il bonus bicicletta - c'è chi ricorda su Facebook - stavi ore in coda e al tuo turno fallivi nel tentativo di accedere e dovevi ricominciare di nuovo».

 

Sono 12.095 in poco più di due ore le adesioni raccolte sul portale messo a disposizione da Regione Lombardia per le vaccinazioni anti covid degli ultra ottantenni. Di queste, 1.488 sono state effettuate tramite le farmacie e 88 dai medici di base. È quanto si apprende da una nota di Regione Lombardia. 

La Regione inoltre sta cercando personale medico per la somministrazione e ha pubblicato sul proprio sito la richiesta rivolta a medici, infermieri o assistenti sanitari che si rendano disponibili «a supportare le Aziende e gli Enti Sanitari della Lombardia nelle attività legate alla somministrazione del vaccino anti Covid-19».

 

Ultimo aggiornamento: 20:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA