Prof uccisa, definitiva la condanna per truffa per Caterina Abbattista: è la mamma di Gabriele, l'autore del delitto

L’infermiera, madre di Gabriele Defilippi, era stata riconosciuta estranea all’omicidio

Lunedì 24 Gennaio 2022
Da sinsitra Gloria Rosboch, uccisa nel 2016, Gabriele Defilippi e Caterina Abbattista

È diventata definitiva la condanna di Caterina Abbattista per concorso in truffa ai danni di Gloria Rosboch (foto, sotto), l'insegnante di Castellamonte trovata senza vita in una discarica nelle campagne vicino casa nel febbraio del 2016.

 

 

La Cassazione ha respinto il ricorso confermando così la sentenza pronunciata dalla Corte di Appello di Torino nel 2020. Secondo la ricostruzione dell'accusa, l'insegnante fu vittima di un raggiro per 187 mila euro da parte di un suo ex-allievo, Gabriele Defilippi, figlio di Abbattista (infermiera all'ospedale di Ivrea). Poi, sempre secondo gli inquirenti, Rosboch fu uccisa. La Abbattista è stata riconosciuta estranea al delitto - per il quale fu condannato il figlio insieme all'amico e copagno Giorgio Obert - ma, secondo i giudici torinesi, ebbe un ruolo nella vicenda della truffa.

Ultimo aggiornamento: 18:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA