Prof sospesa, Salvini: «Torni a scuola, voglio incontrarla». Lei accetta. Scontro M5S-Lega

Salvini: «La prof sospesa torni a scuola». Centinaia in corteo a Palermo
ARTICOLI CORRELATI
7
  • 38
Diventa un caso politico la vicenda della professoressa Rosa Maria Dell'Aira, la docente di italiano e storia dell'Iti Vittorio Emanuele III di Palermo sospesa per due settimane dal servizio per non aver vigilato sull'attività dei suoi studenti che in alcune slide hanno paragonato il decreto sicurezza di Matteo Salvini alle leggi razziali fasciste del '38. Il M5S attacca a testa bassa gli alleati della Lega e il ministero dell'Istruzione retto da Marco Bussetti, ma è lo stesso Salvini nel pomeriggio a provare a raffreddare gli animi augurandosi che la docente «torni quanto prima a scuola» e dicendosi «pronto a incontrarla». 

Migranti, tabacco e carburante: l’ultimo business del contrabbando

 
 

Prof sospesa a Palermo, è bufera: il M5S annuncia interrogazione in Parlamento

Invito subito raccolto dalla professoressa Dell'Aria: «Non ho alcuna remora ad incontrare il ministro Salvini, se può essere un'occasione di dialogo e di confronto che ben venga. Certamente sono disposta ad ascoltarlo assieme ai miei studenti». La cronaca di un'altra giornata ad alta tensione comincia in mattinata, quando il presidente della Commissione cultura della Camera, Luigi Gallo, rende noto con un post su Facebook che sulla vicenda il movimento ha presentato un'interrogazione: «Piacciono solo i cittadini indottrinati? Obbedienti e quindi incapaci di costruire un mondo migliore di quello che ereditano, di spingerci oltre i diritti già conquistati?».
 

Palermo, studenti accostano Salvini a Mussolini: sospesa la prof di italiano

E marca la differenza tra M5s e Lega: «Noi lavoriamo affinché gli studenti abbiano un pensiero critico. E il ministero della Lega cosa fa? Li censura. Un atto veramente grave». Ma il ministero sembra tirarsi fuori dalla vicenda che ha coinvolto l'insegnante palermitana: «È stata una scelta autonoma dell'ufficio scolastico provinciale di Palermo. Se non vedo le carte non posso giudicare», afferma Bussetti. E anche Salvini prova a gettare acqua sul fuoco delle polemiche: «Giovedì prossimo sarò a Palermo a testimoniare la lotta alla mafia e per onorare la memoria del giudice Falcone e dei caduti della strage di Capaci. Sono sicuro, e ne sarò felice, che ci sarà anche modo di incontrare la professoressa Rosa Maria Dell'Aria, che mi auguro possa tornare quanto prima al suo lavoro a scuola, e gli studenti di quella scuola per spiegare cosa sto facendo per la sicurezza del mio Paese e la distanza abissale tra le mie idee e progetti e le leggi razziali del periodo fascista». 



Ma dall'opposizione è un coro di critiche: «Fatemi capire - dice il segretario del Pd Nicola Zingaretti - in Italia Casa Pound deve essere libera di dire e fare quello che vuole. Mentre un'insegnante deve essere sospesa per le opinioni di un suo studente che critica Salvini e le leggi varate dal governo Lega-5Stelle. Ma siamo pazzi? Questa insegnante deve tornare subito al suo lavoro». E l'ex presidente del Senato Pietro Grasso pubblica su Facebook il video realizzato dagli studenti: «Guardatelo e giudicate voi: su cosa avrebbe dovuto vigilare l'insegnante? Sulle opinioni degli studenti? Avrebbe dovuto censurare il pensiero degli alunni? 


LEGGI ANCHE Prof sospesa a Palermo, è bufera: il M5S annuncia interrogazione in Parlamento

In nessuna parte viene detto che Salvini è come Mussolini, come invece leggo ovunque. Vengono accostati provvedimenti e scelte di allora e di oggi, con acume e intelligenza». Mentre in tutta Italia sono migliaia le firme di solidarietà già raccolte a sostegno della docente, a Palermo si svolgono due manifestazioni: una davanti alla prefettura, organizzata dagli studenti medi; l'altra dei sindacati davanti alla scuola della prof sospesa che si dice «confortata da tanta solidarietà». Intanto i legali della docente, tra cui il figlio, sono al lavoro per presentare un ricorso al giudice del lavoro contro il provvedimento «a tutela dei diritti costituzionalmente garantiti» della professoressa Dell'Aria.


 
Venerdì 17 Maggio 2019, 17:42 - Ultimo aggiornamento: 18 Maggio, 21:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2019-05-18 18:58:11
altra pubblicità!!!!! dopo questa ennesima boutade gli vogliamo dare il nobel per la pace!!!!!!!!!
2019-05-18 16:37:04
Ma cosa va a fare a Palermo? A strumentalizzare anche la memoria dei giudici Falcone e Borsellino? Nel caso, spero che presenzi, ma taccia.
2019-05-18 07:08:19
Finalmente cominciamo a smorzare i toni e soprattutto qualcuno comincia a capire che il pensiero non deve distruggere la vita di una persona. Il lavoro non deve essere tolto a nessuno per nessun motivo. Io lavoro è sacro
2019-05-17 20:15:35
La Costituzione recita... Articolo 33. L'arte e la scienza sono libere e libero ne è l'insegnamento...
2019-05-17 20:02:24
Bravo Salvini. Ha saputo rispondere molto bene. Chi sperava in una reazione di altro tipo prenda pure del maalox

QUICKMAP