La squillo fa sesso con l'avvocato e lo ricatta:
"Vediamoci e dammi i soldi". Poi la sorpresa

Lunedì 25 Gennaio 2016

MODENA - Una prostituta rumena di 20 anni è stata arrestata per aver tentato di ricattare un avvocato dopo un rapporto sessuale consumato nello studio legale di quest'ultimo. Quando i due si sono dati appuntamento per la consegna delle ultime banconote, sono intervenuti i carabinieri. E' successo a Modena.

Il legale ieri si è rivolto ai militari raccontando l'accaduto: sabato sera dopo la prestazione avvenuta all'interno dell'ufficio, la straniera ha chiesto una somma più alta, minacciando, altrimenti, di rivelare tutto. L'avvocato a quel punto ha pagato una parte e i due si sono dati appuntamento per l'indomani. Nel frattempo però c'è stata la denuncia. Quando i contanti sono passati di mano, la 20enne è stata arrestata per estorsione. In direttissima la prostituta ha patteggiato un anno e nove mesi, con pena sospesa.

Ultimo aggiornamento: 26 Gennaio, 09:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA