Quarantena, novità per sintomatici e asintomatici: cosa può fare un positivo? E chi ha avuto un contatto stretto?

Mercoledì 5 Gennaio 2022
Quarantena, novità per sintomatici e asintomatici: cosa può fare un positivo? E chi ha avuto un contatto stretto?

In Italia la variante Omicron è ormai dominante e gli attualmente positivi al Covid sono abbondantemente oltre il milione (170 mila casi il 4 gennaio). Il nuovo decreto del governo ha ristabilito lo scorso 31 dicembre le regole sull'isolamento per i positivi e sulla quarantena per chi è stato a contatto con un contagiato. Di seguito tutto quello che c'è da sapere. 

Quarantena, isolamento e tamponi: le regole

Quarantena e isolamento - Le due parole sono spesso usate come sinonimi, ma stanno a significare due cose ben distinte. La quarantena si applica a chi ha avuto un contatto stretto con un positivo e potrebbe essersi contagiato. Serve a tenere sotto controllo i sintomi in attesa di sapere se si è positivi. L'isolamento è la misura di contenimento che si applica a chi ha avuto esito positivo di un tampone. In entrambi i casi l'obiettivo è ovviamente evitare il rischio di contagiare altre persone. La terza via è la così detta sorveglianza attiva, che si applica agli operatori sanitari che sono stati a contatto con un positivo e che devono comunicare le condizioni di salute tutti i giorni a un altro operatore.

La guida per i positivi

Positivi sintomatici - Dopo tampone positivo, se si presentano sintomi Covid, inizia il periodo di isolamento che, in questo caso, durerà un minimo di 10 giorni. Una volta passati (contando dal giorno in cui si è avuta la certificazione della positività) è necessario un test antigenico o molecolare negativo per tornare alla vita di tutti i giorni. In alternativa, se non si vuole o non si può effettuare il tampone, devono passare altri tre giorni senza sintomi (escluse le perdite di olfatto e gusto).

Positivi asintomatici - In caso di test positivo, se non si presentano sintomi, le regole dell'isolamento variano in base al vaccino: per chi ha ricevuto la dose booster o la seconda dose da non più tardi di 120 giorni (circa quattro mesi) la quarantena è stata ridotta a 7 giorni. Per chi invece non è vaccinato o non ha la terza dose, oppure ha completato le due dosi da più di 120 giorni, valgono le regole dei sintomatici. Dunque l'isolamento sarà di dieci giorni. In entrambi i casi, servirà sempre un test antigenico o molecolare per riprendere la vita normale. Se il tampone resta positivo oltre i giorni previsti, la libertà arriverà al più tardi al 21esimo giorno. 

Contatti con i positivi

Le regole per chi ha avuto un contatto stretto (leggi cosa si intende per contatto stretto) cambiano il base al vaccino. Con il nuovo decreto, chi ha avuto la dose booster o la seconda dose da meno di 120 giorni non deve sottoporsi a quarantena. In questo caso basta l'auto-sorveglianza, con obbligo di indossare la mascherina Ffp2 per dieci giorni, contando dal giorno successivo in cui si ha avuto il contatto. 

 

 

Per chi ha avuto un contatto stretto e ha fatto la seconda dose del vaccino da più di 120 giorni si applica una quarantena di 5 giorni, con obbligo di test antigenico o molecolare al termine del quinto giorno. Per i non vaccinati, o vaccinati con una dose da meno di 14 giorni, resta in vigore la quarantena di 10 giorni dall'ultima esposizione, con la necessità di ottenere un test antigenico o molecolare negativo al termine della quarantena. 

Green Pass

Quando viene certificata la positività al Covid, si riceve una comunicazione che annuncia il blocco del Green Pass. Da quel momento, fino alla negativizzazione, la certificazione resterà in stand-by. Superato il Covid, con test antigenico o molecolare negativo, per riottenere il Green Pass c'è bisogno dell'intervento del medico di base, che deve provvedere manualmente allo sblocco sulla piattaforma nazionale. Questa prassi sarà presto superata e sostituita: per riavere la certificazione verde basterà il tampone negativo, che riattiverà automaticamente il pass. 

 

Ultimo aggiornamento: 6 Gennaio, 13:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA