Ragazza 17enne trovata morta in spiaggia: giallo sulle ferite e il compagno sparito. Oggi l'autopsia

Mercoledì 2 Settembre 2020 di Matteo Bianchini e Rosalba Emiliozzi
Ragazza 17enne trovata morta in spiaggia: giallo sulle ferite e il compagno sparito. Oggi l'autopsia

Addosso aveva un bikini nero e un paio di orecchini scampati al mare in burrasca. Alta, corpo slanciato, i capelli lunghissimi. È stata trovata da un bagnante domenica mattina alle 11, sulla spiaggia della Sentina, parco naturale sul mare di San Benedetto del Tronto, nel sud delle Marche. Morta da qualche ora, con due squarci evidenti sulla coscia destra, compatibili con l'impatto violento contro uno scoglio o, peggio, con l'elica di un motoscafo. 

Ufficialmente la ragazza non è stata ancora riconosciuta, ma si sta indagando sulla scomparsa di una giovane turista ceca 17enne in vacanza a Martinsicuro, in Abruzzo, con il fidanzato, sparito nel nulla anche lui. La procura di Ascoli Piceno ha aperto un fascicolo e aspetta il responso, oggi alle 15, dell'autopsia. L'esame servirà a stabilire se la ragazza è morta per annegamento o a causa delle lesioni, e se queste, qualora antecedenti al decesso, siano state causate da un'aggressione violenta. Al momento il fascicolo è aperto a modello 45, cioè «atti che non costituiscono notizia di reato». Ma resta il giallo.

LEGGI ANCHE Morta in spiaggia: Markéta aveva solo 17 anni

A Martinsicuro, in provincia di Teramo, da sabato sera non dà più notizie di sé la turista ceca di 17 anni, Markéta Adamcova. E non si trova più neanche il compagno, Tomas Cerveny, 40 anni, anche lui ceco, manager di un'azienda di bus, appassionato di fotografia. I due avevano preso in affitto un appartamento sulla costa Adriatica, a Martinsicuro, dove erano stati in vacanza, in gruppo, già due anni fa, un posto che amavano e che volevano rivedere. In città e al mare si sono visti fino a sabato sera, poi più nulla. Il loro appartamento, ispezionato dai poliziotti, è stato trovato in ordine, senza segni di colluttazione o effrazione. È stata la mamma di Markéta a dare l'allarme dalla Repubblica Ceca quando ha provato diverse volte a telefonare alla figlia senza avere risposta. Allarmata, la donna si è rivolta al Consolato e attraverso l'ambasciata è arrivata una segnalazione di scomparsa alla polizia di Ascoli Piceno.

Nell'appartamento di Martinsicuro la squadra Mobile, diretta da Patrizia Peroni, ha prelevato le impronte digitali dai bicchieri usati dalla coppia e campioni di Dna che serviranno per stabilire con certezza se la ragazza trovata morta sulla spiaggia della Sentina sia davvero la turista ceca, che ormai manca da tre giorni. Non si hanno ancora notizie del compagno. Il sospetto è che la coppia sia andata a fare il bagno domenica, alle prime ore del mattino, dopo aver cenato la sera prima con pizza e vino rosso in un locale di Martinsicuro. «Li ho chiamati sabato sera, intorno alle 22 - dice Renata, la tour operator che ha curato il loro arrivo in Abruzzo - mi hanno detto che volevano vedere l'alba, ma poi non li ho più sentiti». Nessuno però, domenica, ha visto la coppia di turisti tuffarsi in acqua. 
 


Le indagini, per ora, non escludono nulla: annegamento, incidente con un natante, aggressione fino all'ipotesi di un'eventuale morte violenta, comunque tutta ancora da verificare e ricostruire. Si stanno cercando indizi in tal senso. Il procuratore capo Umberto Monti ha avviato contatti con l'ambasciata e il consolato e ha disposto ricerche nel mare Adriatico, pattugliato per tutta la giornata di ieri dalla guardia costiera a nord e a sud della foce del fiume Tronto, tra Marche e Abruzzo, nel tentativo di individuare il corpo del compagno.

Si è appreso che i due turisti, residenti nel Nord della Repubblica Ceca, sono arrivati a Martinsicuro, nell'appartamento di via delle Lampare, il 24 agosto e avevano programmato il ritorno a casa per oggi. Domenica la misteriosa scomparsa e il rinvenimento del cadavere della giovane, poco più su, a San Benedetto del Tronto. La ragazza, dai primi riscontri, sarebbe morta per annegamento, sul corpo i due tagli sulla gamba che il medico attribuirebbe a un'elica o agli scogli. In grande apprensione i familiari dei due turisti che potrebbero arrivare a breve in Italia. 

Ultimo aggiornamento: 12:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA