Avezzano, 16enne stuprata dal branco a dicembre: arrestati due marocchini. Un altro ricercato

di Manlio Biancone

4
  • 271
Sono tre marocchini, tutti regolari, maggiorenni, i presunti autori dello stupro della ragazza 16enne, italiana, avvenuto a dicembre del scorso anno in un vicolo di un paese a pochi chilometri da Avezzano. Il drammatico episodio, emerso solo ora dal riserbo delle indagini, verrà ricostruito a giorni, davanti al Gip del Tribunale di Avezzano, durante un incidente probatorio. Due gli indagati (il terzo sembrerebbe irreperibile) per violenza sessuale. Sono A.C., 26 anni, difeso dall’avvocato Francesco Olivieri, e A.M., 24 anni, assistito dagli avvocati Luca e Pasquale Motta. Gli stranieri conoscevano la ragazza e sembra che la frequentassero anche da qualche mese. Decisivo è stato il racconto della minorenne prima al padre e alla madre e poi ai militari che hanno raccolto una dettagliata denuncia. Dopo la segnalazione al magistrato inquirente sono state attivate subito le indagini e sono stati rintracciati i due extracomunitari. Il terzo giovane invece sembra che sia riuscito a far perdere le tracce.

Dopo lunghe e complesse indagini i militari hanno ricostruito la violenza sessuale. L’aggressione sarebbe avvenuta di sera in un vicolo isolato del centro marsicano, in una zona dove non passava nessuno. Mentre uno del gruppo avrebbe costretto al rapporto sessuale la minore, gli altri due avrebbero fatto da palo per controllare che nessuno arrivasse. Nella richiesta della Procura al Gip si legge: «Il gruppo costringeva la minore a seguirli in un vicolo con una scusa e A.C. la spogliava e la costringeva ad un rapporto sessuale». Al termine del rapporto il gruppo le avrebbe intimato: «Non dire nulla del rapporto sessuale altrimenti ti faremo del male». Lei, sconvolta, li avrebbe anche rassicurati dicendo che non avrebbe detto nulla. Secondo il magistrato i due avevano «pianificato la violenza» nei minimi dettagli. Un’azione che lascia pensare che gli indagati non fossero nuovi a questo tipo di reato. Tutt’altra la versione dei marocchini indagati per violenza. Hanno raccontato che già altre volte uno di loro aveva avuto rapporti sessuali con la minore e si frequentavano. Ora tutta la brutta vicenda verrà ricostruita durante l’incidente probatorio alla presenza del Gip del Tribunale e di una psicologa. Il racconto della ragazza sarà determinante per cristallizzare gli avvenimenti e per il riconoscimento degli extracomunitari indagati per violenza sessuale e minacce.
Giovedì 6 Settembre 2018, 09:55 - Ultimo aggiornamento: 7 Settembre, 19:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2018-09-08 08:24:11
Leggo "tre marocchini regolari". Sono portato a pensare che il regolare permesso di soggiorno sia dovuto ad un lavoro regolare e ad una abitazione regolare. Quello di Salvini, per ciò, a me non sembra "cattivismo" o razzismo, come vanno ripetendo a sinistra affinché questa diventi la verità. La verità è che Salvini vuole semplicemente fare come fanno le altre nazioni: siamo noi in grado di dare dignità a queste persone che accogliamo? Siamo noi in grado di dare loro un lavoro? Siamo noi in grado di dare loro un alloggio decente? Siamo noi in grado di garantire loro il ricongiungimento familiare? Se non possiamo farlo, è ovvio che vengano accolti da altre nazioni.
2018-09-06 16:01:45
Allora voi catto-comunisti, ideologi dell'accoglienza, associazioni umanitarie, siete sempre ed ancora convinti che questi personaggi bisogna metterseli in casa? Non e' razzismo il mio, peggio, non li voglio!
2018-09-06 14:13:48
Ma io peró mi chiedo se queste povere ragazze sono tutte figlie di buonisti e idioti di partiti di sinistra, oppure solo ragazzine cui i genitori hanno dimenticato di dirgli di non andare con il musulmano sia questo bianco che nero. Bati raccontargli e fargli vedere come trattano le donne cristiane dopo aver stramazzato le pe proprie femmine (non donne).
2018-09-06 13:46:02
hai capito Crivin , sono tre marocchini ......come te lo spieghi dall' altro ( !!! ) della tua cultura ....o coltura ?

QUICKMAP