Reddito di cittadinanza ad Annamaria Franzoni, l'avvocato Paola Savio: «Non le è stato negato perché non è mai stato chiesto»

Martedì 19 Novembre 2019
Reddito di cittadinanza negato ad Annamaria Franzoni: e lei, ormai libera, fa ricorso

Paola Savio, storica avvocato di Annamaria Franzoni spiega che il reddito di cittadinanza «non è mai stato negato alla sua assistita per il semplice fatto che non è mai stato chiesto». Di conseguenza la Franzoni, libera dallo scorso febbraio dopo aver scontato una condanna definitiva per l'omicidio del figlio Samuele, avvenuto a Cogne nel 2002, non ha fatto alcun ricorso. La notizia della richiesta del reddito di cittadinanza è stata diffusa dall'Agenzia Dire secondo la quale un'agenzia legale si sarebbe mossa per il ricorso.

Annamaria Franzoni, prime foto dopo il carcere: eccola mentre fa la spesa a Bologna
Annamaria Franzoni è tornata a Cogne. Il vicino di casa: «Le affiderei ancora i figli»
Cogne, Franzoni è libera: «Credetemi, sono innocente»

 

 

La Franzoni è stata condannata a 16 anni di cui ne ha scontati meno di 11 grazie ai tre anni di indulto e ai giorni di liberazione anticipata concessi.
 

 

Ultimo aggiornamento: 20 Novembre, 16:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA