Rieti, la polizia arresta spacciatore:
è un giovane calciatore

RIETI - Gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Rieti hanno arrestato un giovane calciatore pugliese in forza al settore giovanile di una nota squadra della provincia, M.A. di diciannove anni, resosi responsabile di detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Nel corso dei controlli della Polizia di Stato, ulteriormente intensificati dal Questore di Rieti Dott. Antonio Mannoni per il contrasto dell’illegalità in generale ed in particolare dei furti, dello sfruttamento della prostituzione e dello spaccio di sostanze stupefacenti, gli investigatori della Squadra Mobile, nella serata del 29 aprile 2019, hanno individuato, a Contigliano, due giovani che, con fare sospetto, si aggiravano nei pressi di alcuni esercizi commerciali e, uno di loro, accortosi della presenza degli Agenti, ha cercato di disfarsi di alcuni involucri, gettandoli in terra dietro alcuni vasi di fiori.

Gli Agenti, hanno immediatamente bloccato i due giovani, recuperando gli involucri appena gettati, contenenti 3 panetti di hashish, per un peso complessivo di 300 grammi, nonché eroina e cocaina, per un peso complessivo di oltre 5 grammi.

Gli investigatori, dopo aver identificato i due ragazzi, giovani calciatori che risiedono in questa provincia, hanno accertato la completa estraneità ai fatti per uno dei due, mentre nei confronti dell’altro ragazzo, il pugliese M.A., è stata effettuata una perquisizione domiciliare nell’alloggio di sua pertinenza, rinvenendo, all’interno dei suoi bagagli, ulteriori 50 grammi di hashish.

M.A. è stato, pertanto, arrestato e messo a disposizione della locale Autorità Giudiziaria, davanti alla quale dovrà rispondere del reato di detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente, che ne ha disposto la traduzione presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.
Sabato 4 Maggio 2019, 09:37 - Ultimo aggiornamento: 04-05-2019 12:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP