Fiumicino, in aeroporto con tre milioni di euro nel trolley: fermati due commercianti cinesi

Lunedì 20 Gennaio 2020 di Umberto Serenelli
Fiumicino, pronti a partire
con tre milioni nel trolley:
fermati due commercianti cines

I poliziotti sequestrano 3 milioni di euro in banconote, all’aeroporto di Fiumicino, che stavano spiccando il volo per la Cina. Gli agenti della Polaria hanno infatti bloccato, in due distinte operazioni, altrettanti commercianti, che operano nella Capitale, con bagagli pieni di soldi diretti a Hong Kong. Nel corso di abituali controlli presso il Terminal 3 del Leonardo da Vinci, l’atteggiamento insolito di un passeggero ha catalizzato le attenzioni di una pattuglia che poi procedeva al controllo il passaporto da cui nascevano i primi sospetti. I poliziotti verificavano infatti che il 24nne aveva fatto scalo, una decina di volte e nel breve giro di poco tempo, a Atene per poi raggiungere Hong Kong dove rientrava, a distanza di 24 ore, con un volo per Roma. I dubbi aumentavano quando chiedevano cosa contenessero i due trolley: il passeggero garantiva di aver abbigliamento e 10mila euro di danaro contante.

Tassista pestato da un gruppo di trentenni a Roma: calci e pugni per non pagare la corsa di 20 euro

Per nulla soddisfatti passavano al controllo dei bagagli al cui interno rinvenivano sei grossi pacchetti avvolti con carta di colore giallo e altrettanti arrotolati con cartoncino nero. Procedevano a scartarli e tra lo stupore generale spuntavano mazzette di banconote da 100, 50 e 20 euro. Con l’ausilio del personale del Servizio vigilanza antifrode della Dogana (Svad), la Polaria iniziava il conteggio del denaro, posto poi sotto sequestro, che ammontava a 1.2 milioni di euro. Il recupero dell’ingente somma ha portato il Dirigente della Polaria a aumentare il livello di attenzione nei confronti dei controlli alle partenze internazionali dello scalo romano.

Sabato scorso, nella rete dei poliziotti, è finito un altro cittadino di nazionalità cinese, di 48 anni, con carta d’imbarco per un volo con scalo a Pu Dong e prosecuzione alla volta di Hong Kong. Operazione fotocopia svolta di concerto con la sicurezza degli Aeroporti di Roma su alcuni bagagli sospetti. Anche in questo caso gli agenti invitavano il passeggero a aprire i trolley al cui interno scoprivano, tra gli indumenti personali, diversi pacchetti, a forma di mattoncino, avvolti con carta di giornale che nascondevano 1.8 milioni tutti in banconote da 50 euro. Entrambi i cinesi sono stati denunciati per esportazione di valuta clandestina, riciclaggio e evasione fiscale.

Ultimo aggiornamento: 21 Gennaio, 20:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA