Roma, droga comprata in Puglia e poi rivenduta a Roma: scoperta maxi rete criminale

Martedì 11 Maggio 2021
Roma, droga comprata in Puglia e poi rivenduta a Roma: scoperta maxi rete criminale

Droga dalla Puglia poi venduta a RomaCocaina, hashish e marijuana per le piazze di spaccio dei quartieri La Rustica, Ponte di Nona, Acilia e litorale romano. Sono 13 le persone arrestate stamattina dai carabinieri. Gli indagati, per ottenere gli stupefacenti, si rivolgevano alla criminalità organizzata brindisina, effettuando trasferte in quella provincia per definire di persona le delicate trattative. Un vero e proprio cartello della droga.

L'arresto - Spaccio in concorso di sostanze stupefacenti, ricettazione, detenzione e porto in luogo pubblico di arma da fuoco. Sono questi i reati contestati dal Tribunale di Roma e per cui, dalle prime luci dell’alba, nelle province di Roma (RM) e Brindisi (BR), i Carabinieri del Comando Provinciale Carabinieri di Roma, unitamente ai Comandi Arma territorialmente competenti, stanno dando esecuzione alle ordinanze di custodia cautelare emesse dal G.I.P. presso il Tribunale di Roma, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia della locale Procura della Repubblica.

Vaticano, nasce gruppo di lavoro per la scomunica alle mafie, anche Pignatone e Bindi tra i membri

L'operazione box - È nel 2016 che iniziano le indagini della polizia. Che culminano con il sequestro di kg. 35 di sostanza del tipo hashish rinvenuta all’interno di un box ubicato in zona Infernetto. Droga tenuta da un ex appartenente all’Arma dei Carabinieri, che è stato arrestato lo scorso 24 marzo. E così si è continuato a indagare e si sono identificati gli altri componenti dell'organizzazione criminale. Tutti in contatto con trafficanti di origine pugliese e con soggetti domiciliati in Spagna, attivi nel settore del narcotraffico.

Tor Marancia, colpi di pistola alle gambe all'ex custode di una scuola elementare

I criminali - Uno dei personaggi di spicco operativo in Puglia risulta essere stato, nel frattempo, condannato dalla Corte Penale di Ioannina (Grecia) alla pena di anni 15 di reclusione, a seguito del suo arresto avvenuto nel 2018 per traffico di stupefacenti. Era stato trovato in possesso di 27kg di cocaina mentre tentava di importarli in Italia.

Monteverde, case popolari messe a disposizione degli spacciatori e usate come base

Il sequestro - Sono stati sequestrati 2 kg di cocaina, 123 di hashish e 54 di marijuana. Inoltre una persona è stata fermata per detenzione e porto abusivo di arma da sparo clandestina, con il contestuale sequestro di una pistola a tamburo cal. 22 con matricola abrasa. Ma uno dei sequestri più ingenti è stato operato nel 2016, quando, durante un controllo nella Capitale di un furgone Mercedes, si sono scoperti 53 kg di marijuana nascosta in 3 congelatori a «pozzetto».

Ultimo aggiornamento: 13:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA