Paura a Udine, nudo con il neonato in braccio tenta di buttarsi sotto il treno: arrestato

di Paola Treppo

0
  • 3
TARVISIO (Udine) - Fermato alla stazione ferroviaria con un documento che non gli permette di continuare il viaggio in treno con la moglie, un cittadino nigeriano si spoglia nudo e minaccia di buttarsi sotto il treno con il figlio piccolissimo. La situazione diventa molto pericolosa: basta un attimo perché si consumi il dramma.

Siamo a Tarvisio Boscoverde ed è lunedì 11 dicembre quando gli agenti della polizia ferroviaria fermano una coppia di coniugi nigeriani che si trova a bordo di un treno fermo in stazione. Con loro ci sono anche i poliziotti austriaci. Uno dei due stranieri esibisce un documento che non si rivela idoneo per la circolazione in ambito Schengen. 

​L'uomo si mette di nuovo a gridare e minaccia tutti con il figlioletto di pochi mesi stretto tra le braccia. Sconvolti e spaventati i passeggeri e il personale ferroviario quando il nigeriano afferra una barra di metallo e minaccia di pure di spaccare i vetri della stazione. 

Poi si scaglia contro gli agenti della polfer che a quel punto non possono che ammanettarlo, per evitare che ferisca sé stesso, il bimbo, e le altre persone presenti in stazione. Pur arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e portato lontano dai binari, l’uomo, improvvisamente, senza motivo, esce ancora di senno: strattona e tira calci alla polizia. Nella colluttazione due agenti restano feriti: l'uomo di ha morsi e graffiati. Ma il neonato è salvo. 
 
Mercoledì 13 Dicembre 2017, 08:27 - Ultimo aggiornamento: 13-12-2017 18:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP