Il sindaco balla al party sul terrazzo: multato dopo i video sui social. «Ho fatto una cavolata»

Mercoledì 29 Aprile 2020
Il sindaco balla al party sul terrazzo: multato dopo i video sui social. «Ho fatto una cavolata»
In barba al lockdown, è andato ad una festa in terrazza nel centro storico ed è stato immortalato da un video - finito sui social - mentre cantava e ballava: protagonista della vicenda non un cittadino qualunque ma un sindaco, il sindaco di Ventimiglia Gaetano Scullino, multato di 400 euro per aver partecipato al «terrace party».

Leggi anche > Fase 2 a Roma, mascherine obbligatorie e adesivi per il distanziamento su bus e metro

Il primo cittadino era stato filmato mentre ballava assieme ai padroni di casa e senza rispettare le distanze. In un frangente, inoltre, si era abbassato la mascherina per un discorso pubblico. Sono stati i carabinieri, oggi, a notificargli il verbale e il sindaco ha già pagato la multa, ridotta a 280 euro, in quanto saldata nei trenta giorni dalla sua emissione. «Ho fatto una cavolata - aveva dichiarato dopo che alcuni video erano stati pubblicati sui social -. Mi hanno chiamato per un malfunzionamento della fognatura e dopo mi hanno invitato a bere un caffè».

Scullino è salito e alla fine si è lasciato trasportare dalla padrona di casa, una barbiera, che da settimane organizza un dj set per il quartiere. «Era un atto dovuto - ha detto, questo pomeriggio, Scullino, dopo aver pagato la multa -. Ogni esperienza è utile per comprendere che a ogni nostro gesto possono esserci delle conseguenze, bisogna però sapersi assumere le responsabilità che da quel gesto derivano. Io l'ho sempre fatto e continuerò a farlo».
Ultimo aggiornamento: 20:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA